x

x

Emorroidi, impossibilità a defecare nonostante lo stimolo

Salve, da ieri ho un problema che mi reca ansia e preoccupazione. Avverto uno stimolo forte di defecare (nell'ultima settimana ho defecato una volta normalmente e due volte a "palline", mi scuso per la terminologia non appropriata) ma non riesco a fare niente... Probabilmente ieri ho sforzato troppo e non avrei dovuto, nel pomeriggio ho fatto un clistere di acqua calda ma non mi ha risolto il problema... Questa mattina non ce la facevo davvero più, ho fatto pochissimo, ma sentivo che c'era molto di più, che non sono riuscita ad espellere, e l'ho verificato con un dito. In seguito però mi si sono infiammate le emorroidi, ed infatti è fuoriuscito un po' di sangue rosso vivo, quindi ho sospeso il tutto, però sento che sono piena e devo svuotarmi, ma semplicemente non ci riesco, è come se il tutto fosse troppo grande e non riuscisse a passare dall'orefizio. Non sono nuova a questi problemi, fino ad un anno fa ero molto stitica però ultimamente mi ero regolarizzata molto andando in bagno anche due volte al giorno, ma ogni tanto il problema stitichezza si ripresenta. Ora il mio problema più urgente è l'eliminare le feci che si trovano nell'ultimo tratto ma ho paura anche solo ad andare in bagno a causa delle emorroidi e temo che non riusciranno a sgonfiarsi in tempo. Cosa posso fare? E' una situazione delicata... Non l'ho specificato prima, ma ho soli 19 anni il che mi mortifica ancora di più.
[#1]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25,3k 631 347
La situazione che descrive, sia per l' episodio attuale sia per la storia precedente, pone il sospetto possa trattarsi di una sindorme da ostruita defecazione per la quale una visita proctologica è indicata e consigliabile.
Su indicazione medica l' utilizzo di clisteri puo' sbloccare il problema acuto attuale . Auguri!

Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
grazie per la risposta ma il clistere non ha sortito l'effetto desiderato e ho paura di farne altri in quanto adesso è tutto irritato... farò comunque una visita quando la situazione si calmerà (spero presto)
[#3]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25,3k 631 347
[#4]
Dr. Vincenzo Adamo Chirurgo d'urgenza, Colonproctologo, Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente 215 6 1
Gentile utente, il suo caso potrebbe essere condizionato da una scorretta assunzione di fibre ed acqua nella giornata.
E' di fondamentale importanza ,pertanto, assumere fibre almeno nei due pasti principali, sotto forma di frutta e verdura o con integratori di fibra.
Inoltre è molto importante associare l'assunzione di almeno 2 lt d'acqua die, e di uno yogurt intero al di o di fermenti lattici. Il nostro intestino per portare le feci al retto e facilitarne l'evacuazione ha bisogno di questi tre elementi fondamentali e data la sua giovane età non ritengo possano esserci altre problematiche. Se poi il problema persiste concordo con la necessità di effettuare una visita proctologica. cordiali saluti|

Dr. Vincenzo Adamo

Cosa sono le emorroidi? Sintomi, cause, cura, rimedi e prevenzione della malattia emorroidaria. Quando è necessario l'intervento chirurgico o in ambulatorio?

Leggi tutto

Conosci l' endometriosi? Scoprilo con il nostro test