Utente
Il giorno 14 ho eseguito in DH un intervento per prolasso muco-emorroidario di III grado. L'intervento praticato eseguito è Muco-prolassectomia sez. Longo.
Al risveglio nonostante sentissi lo stimolo non sono stato in grado di urinare e il ricovero si è trasformato da DH in ordinario (ritenzione urinaria post operatoria). Nell'arco della breve degenza mi sono stati messi tre cateteri temporanei e infine vedendo che non riuscivo uno permanente da aprire per svuotarmi ogni volta che sentivo lo stimolo. La mattina del 17 mi è stato rimosso e con grande fatica, aiutandomi con una bottiglia d'acqua calda, sono riuscito ad urinare 2/3 volte per cui sono stato dimesso con la seguente terapia:
- Psillogel 1 bustina in un bicchiere d'acqua + 1 bicchiere;
- Oki 1 bustina x 2 x 5 gg;
- Toradol 1 fiala al bisogno
Ho tutt'ora una grandissima difficoltà ad urinare nonostante senta la vescica piena e non sempre riesco nonostante provi a rilassarmi completamente e continuo ad usare la borsa d'acqua calda, forse sarà anche a causa dei dolori che provo per via dell'operazione ad ogni tentativo visto che involontariamente stimolo anche l'ano. Volevo pertanto chiedere qualche consiglio su cosa posso fare per aiutarmi ad urinare e riacquistare la completa funzionalità nel più breve tempo possibile, anche perché più non ci riesco più cresce la tensione di non riuscire rendendo più difficile il tutto.

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Probabilmente un adeguato controllo del doore mediante analgesia e' sufficiente.Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la cortese risposta Dr. Favara. ho provato come dice lei attenuandosi il dolore il problema è meno sentito.