Utente
Buongiorno, scrivo per risolvere il mio problema, circa due settimane fà ho avuto un episodio di diarrea conclusosi con alcune scariche in un solo giorno, e subito dopo è comparso bruciore anale, che si attenuava solo con Gentalyn crema, ma persisteva all'interno; poi la consistenza delle feci è ritornata normale, tranne il colore che è risultato giallo/verde. Dopo alcuni giorni si ripresenta la diarrea, preciso che entrambi gli episodi si sono succeduti all'ingestione di carne rossa al sangue. Adesso dopo un'attenta dieta (mangio veramente regolare, Cereali,fibre,yogurt,verdure, carni bianche, pasta e frutta, no alcolici, niente caffe, non fumo e faccio sport e almeno 2lt di acqua), le feci sono ritornate di consistenza normale, ma il problema è sempre il colore giallo/verde e il bruciore anale che va e viene. Ne ho parlato con il mio Dott, che mi ha prescritto analisi delle feci solo per la ricerca di (ossiuri), io ho chiesto anche altre analisi, come esame chimico/fisico e culturale e ricerca di sangue occulto, abbinato ad analisi del sangue, ma il mio Dott. non le ha ritenute necessarie. Ora sono in attesa del referto per gli Ossiuri. Come mi devo comportare? Potrebbe trattarsi di un infezione/infiammazione del colon/retto? E questa infezione/infiammazione può aver scaturito la patologia di cui ho sofferto 2 mesi fa, cioè una prostatite sub acuta abatterica? Vi ringrazio anticipatamente per la vostra presenza e professionalità.

[#1]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)
CHIERI (TO)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Il bruciore anale è presumibilmente correlato all'infiammazione provocata dal passaggio di feci diarroiche che sono acide. Per il resto concordo con il suo medico.
Dr. Roberto Rossi

[#2] dopo  
Utente
Buonasera Dott. Rossi, la ringrazio per la celere risposta.
Mi è capitato altre volte di avere diarrea, ma mai ha portato questo bruciore persistente per diversi giorni. Potrei soffrire di colon irritabile? e questa patologia potrebbe portare disturbi prostatici? C'è qualche esame specifico che potrei effettuare per essere sicuro e debbellare il problema? Grazie ancora. Distinti saluti!

[#3]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)
CHIERI (TO)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Se il dolore persiste deve chiedere una visita proctologica .
Dr. Roberto Rossi

[#4] dopo  
Utente
Grazie Dottore, attenderò l'esito degli esami su ossiuri, e se il problema persiste farò una visita specialistica colonproctologica, a suo parere prima della visita occorre eseguire altre analisi sulle feci, come chimico/fisica e colturale o non ve ne è il bisogno? grazie

[#5]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)
CHIERI (TO)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Attenderei l'esito del parassitologico delle feci.
Dr. Roberto Rossi

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno, ho appena ritirato gli esami del sangue, urine e feci..
Urine : Negative ; Feci : Coprocoltura : Negativa ; Ossiuri : Negativo ; Emocromo : tutti i valori nella norma ,
Tranne :
MPV : 11.8 fl e dovrebbe essere compreso tra (7.2-11.1)
Bilirubina Diretta: 0.4 mg/dl e dovrebbe essere (< 0.3)
Trigliceridi: 29 mg/dl e dovrebbero essere compresi tra (30-150)
tPSA: 1.28 ng/ml
La differenza dai valori prestabiliti è comunque bassa, i sintomi continuano a persistere, vado regolarmente di corpo 2 volte al giorno, consistenza delle feci morbide ma formate che non galleggiano e finiscono sul fondo del Wc, colore giallo, e dopo ogni defecazione soprattutto alla mattina, si presenta il bruciore che, a volte dopo 1 ora passa o si attenua, oppure capita che persiste per tutta la giornata, portando pesantezza anche a livello perianale e leggero bruciore punta del pene.
Visto che dalle analisi non si tratta di batteri, Cosa può provocare questa infiammazione? Ho letto che il Colon è la Prostata sono due organi molto vicini, e ke quindi si possono influenzare a vicenda, credo più ke altro ke sia il colon ad infiammare la prostata,
Come mi devo comportare?
Da cosa dipende il colore giallo delle feci e la loro pesantezza?
Ha cosa è dovuto il bruciore anale?
Preciso che durante la giornata produco una notevole quantità di gas, ed ho eliminato dall'alimentazione il latte con i cereali; mangio veramente in modo regolare, yogurt, verdure, carni bianche, pasta e frutta, no alcolici, niente caffe, non fumo e faccio sport con almeno 2lt di acqua al giorno.
Grazie anticipatamente, distinti saluti.

[#7]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)
CHIERI (TO)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Gli esami sono nella norma. Sarebbe consigliabile visti i sintomi una visita gastroenterologica o coloproctologica.
Dr. Roberto Rossi

[#8] dopo  
Utente
La ringrazio veramente per la celere risposta, ho prenotato la visita specialistica Colonproctologica che sarà la settimana prossima;
Con questi sintomi cosa potrebbe essere?
Potrebbe centrare una qualche intolleranza alimentare, dato che i sintomi aumentano se sgarro a mangiare qualcosa,mi basta prendere nell'arco della giornata anche solo un caffè o una birra con degli alimenti un pò più speziati tipo conditi con pepe nero per avere subito bruciori e minzioni frequenti di urina arrivando ad avere brividi di freddo, ho paura a mangiare la qualsiasi, evito di tutto, dalle semplici uova a fritture di ogni genere persino cose dolci, ormai neanche il cappuccino alla mattina, sto persino evitando di mangiare carne rossa,
All'inizio evitavo tutte queste cose per la "Presunta Prostatite"... e adesso? Quanto devo continuare? A questo punto mi viene anche il dubbio che la "Prostatite - Sub Acuta" non ci sia mai stata, anche perchè non capisco come mi possa essere venuta dato l'alimentazione veramente corretta. Escludendo batteri ed alimentazione potrebbe essere un fattore meccanico dovuto a due interventi fatti sei mesi fa..
Ernioplastica inguinale Sinistra secondo Lichstein ed ernia epigastrica diretta alla parete addominale che avevo dalla nascita? C'entrano qualcosa??
La Ringrazio Tanto Dott.Rossi, e mi scuso per le troppe domande
in attesa di una sua risposta le porgo Distinti Saluti...
Grazie!!

[#9]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)
CHIERI (TO)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
I sintomi sembrano correlabili ad una sindrome del colon irritabile. Le riferite patologie erniarie non sono in diretta correlazione. Sarà opportuno eseguire i test per intolleranza a glutine e lattosio . Ma come ripeto sarà una attenta visita specialistica ad inquadrare i disturbi e a definire eventuali approfondimenti.
Dr. Roberto Rossi

[#10] dopo  
Utente
Grazie veramente Dott. Rossi, come sempre è stato velocissimo e chiaro, sempre a disposizione del paziente, se le fà piacere la terrò aggiornata dopo la visita colonproctologica che sarà giovedì 28, e mi informerò tramite il mio medico per fare al più presto i test per l'intolleranza. Grazie!!

[#11] dopo  
Utente
Buongiorno Dott. Rossi, ho eseguito la visita Colonproctologica, le espongo di seguito la relazione:

Paziente con insorgenza circa un mese fà di bruciore anoperianale ed episodica diarrea; pregressa prostatite attualmente risolta.
Attività lavorativa che prevede posizione seduta per lunghi periodi.
Ha escluso dalla dieta numerosi cibi e alcolici nel tentativo di migliorare in sintomi senza risultato.
Obiettivamente Ano e Perineo normoconformati.
Leggero accenno di prolasso dell'anoderma ore 11.
Tono basale aumentato. La palpazione a ore 11 suscita il sintomo descritto.
A ore 11 in anoscopia si apprezza aumentata congestione del Gavocciolo principale.
Trombosi emorroidaria interna.
Si consiglia:
Topster, 1 supposta alla sera,
Flebinec, 1 bustina al giorno,
Da rivedere tra un mese.

Cosa ne pensa Dottore?
E' da cosa dipende il colore delle feci Gialle?
Lo specialista mi ha detto di ricominciare a mangiare normalmente..
La ringrazio anticipatamente per la Pazienza e la Cortesia.. in attesa di risposta. Grazie Dott. Rossi!!

[#12]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)
CHIERI (TO)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Il colore delle feci non ha alcuna rilevanza e non è riferibile al disturbo emorroidario.
Dr. Roberto Rossi

[#13] dopo  
Utente
GRAZIE DOTT. ROSSI !! E' stato esaudiente e molto disponibile
Distinti Saluti