Utente
Gentili dottori,

Vi scrivo per esporvi il mio problema. 2 mesi fa ho avuto un episodio di melena, prolungato per circa 12 gg. confermato dalle analisi delle feci che rilevarono la presenza di sangue digerito e dall'emocromo che risultava alterato. Ho fatto tutti i controlli del caso tra cui: EGDS d'urgenza, paleoncolonscopia, esami del sangue completi, ecografia addominale. Dal referto della EGDS risultava un'iperemia della mucosa antrale e reflusso gastro - esofageo ma non sanguinamenti fino al duodeno, mentre dalla colonscopia nulla, tanto è che non hanno dovuto fare la biopsia su niente. Dall'eco all'addome risultano dei polipi alla colicisti, definiti dal medico che ha svolto l'indagine come: "immagini ovalari, solide, ipoecogene della grandezza di 3 mm adese alla parete". Faccio i marker tumorali: CEA, CA 19.9 e CAE 15.3 che risultano tutti negativi. Le altre analisi complete tra cui elettroforesi proteica vanno bene, anche se ho l'albumina un pò alta e le gamma globuline basse. Vado da un gastroenterologo il quale ipotizza che la melena possa essere stata causata da una gastrite emorragica. Mi prescrive Lucen 40 mg da prendere la mattina e ursobili 450 mg per i polipi alla colicisti da prendere la sera. Rifaccio le analisi del sangue dopo un mese e tutto ok: sangue occulto negativo su 3 campioni, emocromo nella norma, sideremia ok, VES ok, formula leucocitaria ok, in piu faccio la coprocultura e l'esame completo delle feci che risultano negative, e anche l'analisi delle epatiti: negative tutte.L'unica cosa riscontrata è l'helicobacter pylori (che devo ancora curare). il 16 luglio mi sottopongo ad una operazione chirurgica per asportare un nevo. Il medico mi prescrive di prendere l'augmentin per 2 volte al gg per 6 gg. Nessun problema durante il periodo in cui l'ho preso. Da 3 giorni però accuso forti dolori crampiformi seguiti da diarrea violenta specialmente la mattina, e meteorismo distribuito in particolar modo nella parte sinistra del basso ventre. Il problema si presenta Il 31 luglio: mi sveglio la mattina e accuso forti dolori seguiti da diarrea. Prendo l'enterogermina e il problema si risolve in giornata. La sera feci solide e normocromiche. Il giorno seguente feci solide e abbondanti, appetito, nessun sintomo, ne nausea, ne vomito. Oggi 2 agosto, il problema si ripresenta. La notte prima di addormentarmi ho cominciato a sentire movimenti nello stomaco e nell'intestino e un senso generale di imbarazzo. Sono un pò preoccupato perché ho 30 anni e ho il terrore che nonostante i controlli fatti, vi possa essere un problema più grave alla base. Vi chiedo: è il caso di ripetere una colon a 2 mesi dalla prima? Può trattarsi di qualche neoplasia a livello del tenue o altre zone visto che dalla EGDS non è stato rilevato alcun sanguinamento? se fosse una neoplasia non avrei dovuto avere ancora sangue o può arrestarsi? premetto che fino ad oggi non ho mai avuto dolori, ne nausea, ne vomito, ma buona salute e appetito.
Grazie per la risposta

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Non vedo motivi per pensare a brutte patologie. Si tranquillizzi. La diarrea può essere del tutto indipendente dalla pregressa emorragia digestiva. La negatività del sangue occulto potrebbe far pensare ad un sanguinamento da una patologia gastrica acuta che si è auto risolta.


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille dott. Cosentino per la celere risposta. In effetti la cosa strana è che questi sintomi si presentino solo la mattina per poi sparire durante l'arco della giornata. Come dice giustamente lei dovrei tranquillizzarmi, ma un'episodio di melena è comunque una situazione abbastanza delicata che mi ha gettato nei mesi passati nello sconforto. Nello sconforto perché alla fine la causa è stata solo ipotizzata, non essendoci stato riscontro agli esami endoscopici. Le chiedo, ma con un sanguinamento durante la EGDS non si sarebbe dovuta vedere qualche traccia di sangue o di cicatrizzazione? Possibile che ci sia stata una emorragia importante e non se ne vedano i segni? inoltre dottore, secondo lei è il caso che mi sottoponga ad una entero rm per analizzare il piccolo intestino o ritiene che i controlli approfonditi gia effettuati ed i miglioramenti conseguiti possano escludere per ora questa ulteriore analisi? Il gastroenterologo mi ha detto che la melena nel 90% dei casi dipende da un sanguinamento del tratto digestivo superiore e che patologie gravi del tenue sono molto rare, specie ad una giovane età. Inoltre i marker anche se non hanno fini diagnostici sono comunque un indice di una patologia in corso. come dice lei sarà stata una gastrite acuta, probabilmente accentuata da un periodo di stress e dall'azione dell' helicobacter...il gastroenterologo per l'eradicazione del batterio punta più sulla triplice terapia che sulla sequenziale, lei che ne pensa?

Grazie mille della risposta

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
É sufficiente una piccola erosione acuta, che si risolve nel giro di ore, a causare un sanguinamento digestivo. E la gastroscopia può essere del tutto negativa. In tali casi .....si attende. Solo se si dovesse ripresentare il sanguinamento, che dubito, si approfondirà la ricerca. Per quanto concerne l'helicobacter la terapia sequenziale risulta quella più efficace.

Cordialmente


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Infatti avevo letto che la terapia sequenziale era più efficacia della triplice terapia. Non capisco perché il mio gastroenterologo mi abbia prescritto la triplice...vorrei non andare per tentativi e bombardare il fisico con antibiotici che potrebbero alla fine non eradicare il batterio...l'unica soluzione sarebbe effettuare una nuova EGDS con biopsia per tentare di trovare il miglior antibiotico, ma sinceramente se posso evitarmi questo esame invasivo, lo faccio più che volentieri,a meno che non sia strettamente necessario. Quando feci però la EGDS di urgenza dottore, ovvero provenendo dal pronto soccorso dell'ospedale non mi fecero nessuna biopsia, pur evidenziando un'iperemia della mucosa antrale, e una disfunzione della valvola che causa il reflusso...io sinceramente rimasi basito del fatto che fecero una diagnosi, senza l'esame bioptico...e alle dimissioni mi dissero di ripetere la EGDS insieme alla colonscopia in elezione per vedere se in quel momento si sarebbe verificato il "fantomatico" sanguinamento. Le chiedo: a livello dello stomaco posso stare tranquillo? la melena in una eventuale ipotesi di neoplasia dello stomaco risulta un elemento tardivo o no? Se ci fosse stato qualcosa dalla EGDS si sarebbe visto? io dopo 2 mesi gli unici disturbi che continuo ad avere è un leggero bruciore di stomaco se assumo vino o birra, e se mangio piccante, per il resto tutto ok. L'unica cosa è che da 2 mesi noto che le feci sono ben formate, e solide, ma dalla consistenza di simil diarrea. Può essere determinata dall'acido ursodesossicolico (ursobil 450 mg) che sto assumendo?

Grazie mille dott.

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non pensi assolutamente al tumore. La gastroscopia ha escluso patologie.

Fossi in lei cercherei di dimenticare ....



Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Grazie dottore per la sua gentilezza e disponibilità. Le auguro buon lavoro. A risentirla!

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
E' stato un piacere ....

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente
Egr. dott. Cosentino,

Mi perdoni se la disturbo ulteriormente...volevo un'informazione a proposito di alcuni valori delle analisi del sangue che ho effettuato nei mesi scorsi per lo screening dell'episodio di melena. I valori risultati alterati a parte l'emocromo che poi si è risolto sono ascrivibili ai seguenti:
- Ematocrito 39,5 : è passato da 32,2 a 39,5 in 3 mesi ma è sempre sotto il livello minimo (40).

Ma quelli che mi preoccupano di più sono:

- Albumina alta: 69,10
- Gamma globuline basse: 10,50 (minimo 13)

Ho letto su internet che le gamma globuline possono abbassarsi anche in presenza di patologie gravi come HIV o AIDS!

Premetto che il valore delle gamma globuline e dell'albumina sono stati rilevati 5 giorni dopo che sono stato dimesso dall'ospedale, dove ho digiunato per quasi 4 gg e successivamente ho mangiato poco. Secondo lei il valore basso delle gamma globuline può essere correlato ad una forma di malnutrizione o è il caso di approfondire ulteriormente la cosa?
Inoltre le chiedo come mai l'albumina risulta cosi elevata?

Grazie mille