Utente
Gentile dottore,
avrei bisogno di un consulto. Sono un giovane, o oserei dire giovanissimo, ragazzo omosessuale.
Quando avevo sui 15-16 anni soffrivo di stitichezza, finchè non ho avuto un prolasso emorroidale che non le ha mai riportate all'interno (In seguito ho scoperto fosse un problema prettamente genetico). Inizialmente non ci feci caso perchè nemmeno io capii di cosa si trattasse, all'epoca iniziai a pensare fosse una cosa comune a chiunque..
Non mi è mai uscito sangue, nemmeno tuttora, ma anni fa ho avuto qualche prolasso e gonfiore che mi hanno portato a dolori, creme antidolorifiche, e impossibilità nel sedermi e nel compiere determinati movimenti.. Dopo questi problemi ho deciso di cambiare radicalmente dieta e modo di vivere, e ci sono riuscito. Non ho avuto più nessun problema di gonfiore incluso ora che ho 21 anni.. ma le sacche emorroidali (ne conto tre), sono rimaste visibili esteriormente come palloncini sgonfi. Ho fatto due visite proctologiche, la prima quando avevo 17-18 anni accompagnato da mia madre.. e mi disse inizialmente che si trattavano di emorroidi di primo grado seppur esterne, e che non si poteva fare nulla per farle riassorbire. Alla mia insistente richiesta (non potevo dire di essere omosessuale in presenza di mia madre) mi ha consigliato Daflon 500, ma l'assunzione non mi portò nessun risultato. Questa situazione, per quanto possa sembrare irrilevante, mi ha portato tantissimi disagi nella vita privata. Non mi sono fatto vedere il sedere, mi sento limitato e mi vergogno.. Alla fine è un difetto estetico, e sinceramente anche disgustoso visivamente. Stanco di questa situazione sono tornato da un altro proctologo un anno e mezzo fa sempre con mio padre, il quale mi ha detto che si trattano di emorroidi di secondo grado e si gonfiano solamente duramente la defecazione (pochi minuti dopo sono già sgonfi) e per farle riassorbire non si può fare nulla se non operarsi, e nel mio caso non ne varrebbe la pena.(nemmeno a lui in presenza di mio padre ho potuto dire della mia omosessualità). Ora sto tuttora cercando di farle riassorbire.. recentemente ho acquistato la crema Ultraproct, ma non funziona per niente. Io per questo difetto estetico non riesco più a uscire con nessun ragazzo, se provo ad avere rapporti e per sbaglio viene schiacciata una delle sacche sento come se si fosse schiacciato un nervo ed avverto delle forti fitte dolorose.. Vorrei semplicemente un modo per avere un ano normale, ma in effetti operarsi sembrerebbe inutile. Non c'è nessun metodo o farmaco, che mi possa aiutare a far tornare il mio ano come prima? Il proctologo non mi opererebbe mai non avendo effettivamente nessun problema, e probabilmente qualsiasi metodo sarebbe molto doloroso. Non vorrei che la mia domande fosse ritenuta stupida, ma sono anni che cerco di risolvere questo problema per me determinante, e ora ho davvero bisogno di trovare una soluzione e vivere la mia vita con tranquillità. La ringrazio in anticipo
Distinti saluti.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Purtroppo é come dice il proctologo. La terapia sarebbe solo chirurgica, non necessaria nel suo caso, e la terapia medica é inefficace.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it