Utente 321XXX
salve a tutti. Sono un ragazzo di 22 anni, e almeno da 7, ho una merisca anale. La merisca non mi ha dato nessun problema e nessun sintomo, fino a due giorni fa, quando si è irritata (credo per eccessivo sfregamento). Ho tutti i sintomi di una normale irritazione (bruciore, gonfiore, rossore). Mi domandavo se dovevo lasciare che guarisse da sola oppure se dovevo applicare qualche pomata. Inoltre, ho una perplessità che vorrei sottoporvi: ho letto che le merische sono sempre causate da prolassi emorroidali, ma io non ho mai avuto problemi del genere. Tuttavia, ho sempre avuto, invece, una smania di pulizzia, tanto che, anche da piccolo, nell'atto di pulirmi dopo la defecazione, non mi limitavo alla pulizia esterna dell'ano, ma infilavo tutto il dito dentro, allo scopo di pulire il più possibile in profondità. Ho notato che, nel corso degli anni, la merisca è venuta fuori progressivamente. Può essere stata questa mia abitudine a causarla? Per prevenire vostre domande, vi dico che non ho mai avuto nessun altro sintomo, tranne, ogni tanto, sporadici sanguinamenti subito dopo la defecazione, sempre dovuti a piccoli taglietti, ferite, spaccature della parete anale, che si rimarginano da sole senza interventi da parte mia (credo si tratti di ragadi che spuntano ogni tanto, ma non ho approfondito la cosa perchè è capitato molto raramente).

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Fa delle supposizioni (marisca, ragade, ecc.) ma é stato mai visitato da un proctologo ?


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it