Utente 439XXX
salve dottori, negli ultimi anni o forse da sempre, ho notato che dopo aver defecato pur pulendo bene accompagnando all'utilizzo del bidè, mettendo un dito internamente propio alla fine avverto dei residui di feci.

di per se non è un problema, in quanto non causa cattivi odori e per giunta devo andare a fondo con l'indice per avverterla.
ma adesso il problema mi si pone in quanto devo fare una visita urologica che probabilmente seguirà la palpazione della prostata e già farsi infilare un dito nell'ano di per se è imbarazzante, se poi c'è il rischio che chi fa l'esame si trova a toccare delle feci sarebbe imbarazzante per me e disgustoso per il medico.

come posso ovviare??

grazie

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Un minimo residuo di feci nel retto permane sempre. Nulla d'imbarazzante per l'urologo. È la prassi.


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it