Utente 469XXX
Salve. Su richiesta di una persona a me cara vi chiedo un consulto un po' insolito e lui quindi voleva rimanere assolutamente nell'anonimato.

Le motivazioni che hanno portato a questo problema sono complesse... Mi limiterò a dirvi che questo ragazzo per vari problemi che ha vissuto e situazioni molto pesanti ha avuto un periodo di forte depressione e conseguente smarrimento di identità sessuale. In quel periodo ha cominciato a sviluppare impulsi di sesso autolesionistico e insomma ha cominciato a introdurre oggetti nel didietro. Oggetti cilindrici più che altro... Fin quando un giorno sempre in preda a quegli impulsi di rabbia ha inserito un oggetto cilindrico dalla circonferenza evidente (mi disse probabilmente 18 cm). Gli fece molto male ma lui con forza lo introdusse. Dopo quella volta che é accaduta quasi due anni fa non l'ha piú fatto e ha cominciato a impegnarsi per rialzarsi da quella depressione. Ha anche avuto relazioni tranquillamente con donne dopo e si è allontanato da quello stato d'animo confuso. Però in quell'ultima occasione in particolare crede di essersi creato dei danni perché da quella volta avverte bruciori in quella zona e crede che sia rimasto dilatato. Quindi vi chiede di cercare di capire questa sua situazione che lo fa stare male da troppo tempo e cosa gli consigliate di fare.

Deve fare un esame specifico per verificare che si sia causato dei danni? Deve fare un intervento chirurgico? Quale bravo chirurgo potete consigliargli?

In ogni caso vi ringrazia tantissimo per questa possibilità che date sempre pronti ad aiutare.

Grazie

[#1]  
Dr. Giovanni Greco

20% attività
12% attualità
0% socialità
SAN PIETRO VERNOTICO (BR)
MESAGNE (BR)
BRINDISI (BR)
GALATINA (LE)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2016
La tematica segnalata e' conseguenziale ad uno stato depressivo importante. La cura primaria rimane sempre la rimozione dello stato depressivo con uno pschiatra, o un
psicologo.
Per stabilire le eventuali lesioni prodotte in sede anorettale
e' utile una visita proctologica, ed una anoscopia.
Dopo si decide sul trattamento medico o chirurgico.
Dr. Giovanni Greco

[#2] dopo  
Utente 469XXX

Salve. Intanto grazie per la risposta. Mi ha detto che la visita proctologica l'ha fatta tempo fa e il dottore disse che non notava danni e gli disse di prendere delle supposte cicatrizzanti. Però il bruciore non è passato assolutamente ed è passato quasi un anno di allora. Sto dottore però non ha fatto nessun esame particolare. Su internet ha letto di questo esame: ecografia endoanale 3D.
La consigliate ? Che dottore consigliate in Italia?

Grazie