Utente 540XXX
Buongiorno, sono un ragazzo a cui dopo una rettoscopia (fatta per continui dolori rettali e, tenesmo) è stata diagnosticata una proctite (ci sono zone di flogosi lieve alternate a zone con mucosa normale) che sto trattando con mesalazina per os (800mgx 3) e con pentacol 2 volte al giorno.
Il chirurgo, vista la mia giovane età e l essenza di altra sintomatologia mi ha consigliato di prenotare una pancolonscopia.

Per un colpo di fortuna ho trovato un posto libero già tra un mese. Volevo chiedere se la terapia attuale con mesalazina potesse mascherare qualche reperto alla colonscopia.
Studiando medicina presumo che la colonscopia venga fatta per escludere morbo di chron e rettocolite ulcerosa, essendo entrambe le patologie caratterizzate da flogosi intestinale non vorrei che la mesalazina mi sfiammasse il colon rendendo inutile la colonscopia.
Voi che cosa dite? La colonscopia può essere invalidata da questa terapia?
Oppure un esito di chron o rcu (seppur agli inizi) sarebbe comunque visibile?
Grazie.

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
No, puo' assumerla. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente 540XXX

Grazie per la risposta.
Ne approfitto per chiederle gentilmente se la terapia con dilatan, da cui traggo beneficio sia sostenibile nel lungo termine( magari facendo una settimana di ciclo di dilatazioni ogni 2/3 mesi) o se possa causare micro traumi alla mucosa del canale anale.
un anno fa avevo avuto una ragade causata da ipertono sfinteriale, trattata proprio con le auto dilatazioni.
Attualmente il referto dell ultima visita proctologica riporta normotono sfinteriale.

[#3]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
No, puo' usarlo senza rischi
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#4] dopo  
Utente 540XXX

Buongiorno dottore, ieri ho eseguito la colonscopia ed è risultata completamente negativa.
Volevo chiederle se ritenesse necessario proseguire con la mesalazina, e cos altro potrei fare per capire la causa dei miei mal di pancia?
Posto che il colon non ha problemi, e posto che generalmente ho una buona regolarità intestinale, non riesco veramente a capire a cosa possano essere dovuti i dolori addominali che accuso quasi esclusivamente al risveglio ( non sempre), durano circa 1ora prima di risolversi spontaneamente e ho notato una certa correlazione tra la frequenza dei dolori addominali ed i periodi freddi.
La ringrazio.

[#5]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Bene. Puo' essere una sindrome dell'intestino irritabile. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#6] dopo  
Utente 540XXX

Buongiorno dottore, torno a scriverle poiché nell ultimo periodo trovo molte difficoltà nella fase finale dell evacuazione.
Le feci hanno consistenza corretta ma la loro espulsione è dolorosa e faticosa, mi capita spesso di andare 3/4'volte al giorno ad evacuare una minima quantità di feci.
Quale ritiene possa essere la causa?
Stavo pensando ad una dissinergia del pavimento pelvico od a una sindrome da ostruita defecazione di tipo funzionale poiché gli esami esplorativi sono risultati tutti negativi, ora ho prenderò nuovo appuntamento dal proctologo ma non so più a che pensare, ritiene sia utile fare una manometria o una defecografia?
Grazie

[#7]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Dipendera' dal' esito della visita. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it