Utente 546XXX
Salve,
Sono stato operato per la rimozione di una ciste pilonidale da 3 settimane. La ciste era spostata nella zona alta del gluteo (non centrale sopra ill coccige) ed era plurifistolizzata con fistola eccentrica. L'operazione a cui mi hanno sottoposto si chiama exeresi radicale del sinus con tecnica chiusa in anestesia locale. I punti mi sono stati tolti dopo 12 giorni e la ferita è cicatrizzata. Personalmente mi sembra stia guarendo bene anche se ho dei dubbi per quanto riguarda la cicatrice. Essendo plurifistolizzata, i medici, una volta rimossa la ciste, hanno suturato unendo la pelle e così creando nella zona della fessura una specie di lembo (al tatto duro) molto antiestetico. Sono conscio del fatto che è solo passato poco tempo, comunque vorrei essere sicuro che la pelle guarisca bene e non ci siano eccessivi inestetismi. E quindi, questo lembo creato dalla sutura si riassorbirà oppure no. Inoltre, da ieri sto notando che nella zona del derma proprio dove risiedeva la ciste si creata una specie di ematoma, presumo a causa dello stare troppo seduto, come devo trattarlo? (non mi fa male ma sembra come si sia formato del sangue sotto pelle proprio sulla cicatrice).
Grazie per l'attenzione

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, la cicatrice con il tempo potrà migliorare, sul sospetto ematoma invece, prima dovrà farsi visitare per avere certezza della diagnosi e poi se realmente è quello potrà essere o aspirato o trattato conservativamente a seconda dell'entità dello stesso.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza