Utente
Gentile Dottore,
mia mamma, 81 anni, è stata sottoposta a 3 interventi per prolasso rettale completo recidivante. Nel 2015 rettopessia senza resezione. Nel 2017 resezione con tecnica Starr. Nel 2018 resezione con tecnica di Altemeier. Purtroppo, a distanza di 3 mesi dall'ultimo intervento, il prolasso si è ripresentato ed ha continuato ad ingrossarsi ed è causa di dolore e invalidità. Ritiene che ci possano essere ancora margini per correggere il problema? Consideri che il risultato più duraturo è stato quello dopo la rettopessi, circa 1 anno.
Ringrazio per la risposta che vorrà darmi.

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Puo' succedere. Andrebbe ovviamente visitata e valutate diverse variabili...continenza, condizioni generali...
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta sollecita. Mi permetto di approfondire il caso dicendole che mia mamma ha subito un intervento di ostetricia 10 anni fa, che la continenza fecale è molto compromessa, come quella urinaria ed ha frequenti cistiti. L'unica patologia rilevante nella sua storia sanitaria è una trombosi venosa profonda con embolia polmonare successa circa 5 anni fa e da allora in cura con warfarin.
Secondo Lei, esistono interventi che offrano più possibilità di successo oltre a quelli cui è già stata sottoposta? Grazie per l'attenzione.

[#3]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Come le dicevo il caso va valutato direttamente ma soprattutto se l' incontinenza è un problema una colostomia non è una soluzione da escludere. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it