Utente 564XXX
Gentile Dottore,
mia mamma, 81 anni, è stata sottoposta a 3 interventi per prolasso rettale completo recidivante. Nel 2015 rettopessia senza resezione. Nel 2017 resezione con tecnica Starr. Nel 2018 resezione con tecnica di Altemeier. Purtroppo, a distanza di 3 mesi dall'ultimo intervento, il prolasso si è ripresentato ed ha continuato ad ingrossarsi ed è causa di dolore e invalidità. Ritiene che ci possano essere ancora margini per correggere il problema? Consideri che il risultato più duraturo è stato quello dopo la rettopessi, circa 1 anno.
Ringrazio per la risposta che vorrà darmi.

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Puo' succedere. Andrebbe ovviamente visitata e valutate diverse variabili...continenza, condizioni generali...
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente 564XXX

Grazie per la risposta sollecita. Mi permetto di approfondire il caso dicendole che mia mamma ha subito un intervento di ostetricia 10 anni fa, che la continenza fecale è molto compromessa, come quella urinaria ed ha frequenti cistiti. L'unica patologia rilevante nella sua storia sanitaria è una trombosi venosa profonda con embolia polmonare successa circa 5 anni fa e da allora in cura con warfarin.
Secondo Lei, esistono interventi che offrano più possibilità di successo oltre a quelli cui è già stata sottoposta? Grazie per l'attenzione.

[#3]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Come le dicevo il caso va valutato direttamente ma soprattutto se l' incontinenza è un problema una colostomia non è una soluzione da escludere. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it