Utente
Gentilissimi specialisti dell settore volevo esporre la mia situazione.
Nel 2017 operata di fistola perianale fistola risolta ma esito cicatriziale con continui bruciori.
Cambio proctologo che dice che si è formata una cicatrice fibrotica che mi crea bruciori continui.
Mi opera dopo aver tentato con cura farmacologia senza esito settembre 2018.
I bruciori forti non passavano e si riforma cicatrice fibrotica e decido di andare da un luminare il quale a gennaio mi opera finalmente con una sfinterotomia laterale interna ed esterna con buchi ovunque previa manometria e ecografia 3 d.
Il bruciore non passa ma lui nel visitarmi mi riferisce che la cicatrice si è rimarginata e nn c’è più quella fibrotica.
Io continuo bruciori fini a quando a novembre dopo defecazione dura iniziamo sanguinamenti ritorno dal medico e decide di operarmi con escissione ragade e piccola sfinterotomia previa manometria e ecografia in quanto dice che non rischia considerato il problema incontinenza e le tante operazioni in situ.
La mi ragade e quasi alla fine dell’ano sulla linea pettinata.
Oggi sono 11 gg dolori vanno scomparendo solo un po’ di bruciori.
Ciò che mi preoccupa e’ il sanguinamento rosso ancora esistente anche a riposo sul salva slip e anche se solo mi pulisco senza ponzamento.
Quando defeco e’ minore ne trovò solo un po’ ma lieve sulla carta.
da premettere che prendo Movicol e alimentazione piena di frutta e fibre.
Vorrei sapere se rientra nella norma.
A fine di questa settimana primo controllo post operazione.
Sono preoccupata per la rimarginazione.
Ringrazio anticipatamente per le risposte che mi darete.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Per il momento il decorso, da quello che ci ha scritto, sembrerebbe regolare.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la celere risposta ma dopo 4 interventi in tre anni e due colonscopie può comprendere i miei timori. La fuoriuscita a riposo di sangue ancora rosso a cosa potrebbe essere imputata? Cordialmente

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Alla presenza della ferita!
L' intervento da lei descritto, con escissione della ragade, lascia una ferita aperta che richiede alcune settimane per cicatrizzare e questa ferita può sanguinare.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#4] dopo  
Utente
Grazie ancora per la gentilezza e disponibilità che la contraddistingue. La terrò aggiornata sul decorso. Buona giornata.

[#5] dopo  
Utente
Salve Dr domani sono ormai 15 gg dall’intervento ed io continuo ad avere fastidì bruciori e perdite ematiche anche a riposo. A controllo il medico ha detto che è normale. Dice che ho tante ferite all’interno dello sfintere . Perché ancora non si rimarginano e perché le trovo sulla garza a riposo anche solo se mi pulisco senza aver defecato ? Sono preoccupata.

[#6]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
15 giorni sono pochi per una cicatrizzazione. Come le ho scritto nel precedente post, necessitano delle settimane (4/5)
La sintomatologia cesserà ad avvenuta cicatrizzazione.
Segua i consigli del suo curante.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#7] dopo  
Utente
Grazie Dr . chiedo escusa per le mie insistenti domande ma dopo tanti interventi sono un po’ impaurita . Mi preoccupano le fuoriuscite di sangue anche perché nel mentre sembra che stiano scemando iniziano di nuovo. La ringrazio.

[#8] dopo  
Utente
Dr un ulteriore domanda oggi ho avuto un forte bruciore ero a lavoro e non riuscivo a stare seduta . Sono andata a controllarmi ed e uscito più sangue, la quantità che usciva la scorsa settimana. Non dovrebbe diminuire con il tempo? Come e’ possibile la ferita si riapre? Dopo la fuoriuscita di sangue non ho avuto più bruciore. Non saprei sono in ansia il medico l’ho contattato e non mi è sembrato allarmato dice che è normale. Io sono in ansia. Ho paura che non si rimargina più dopo 15 gg dall’intervento .Grazie per la disponibilità .

[#9] dopo  
Utente
Gentile dottore a tre settimane e due giorni dall’intervento suindicato continuo ad avere perdite di sangue alla defecazione sento ancora la ferita . Mi sono lavata ed all’interno posteriormente ho sentito una ferita aperta forse la ferita della sfinterotomia e/o messa a piatto .Sono preoccupata domani andrò a controllo . Secondo lei è ancora normale tutto ciò’.

[#10]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
A distanza non posso rispondere con sicurezza, ma direi di sì.
Domani chiarirà.
Se lo desidera ci tenga informati.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#11] dopo  
Utente
GraZie dottore la ferita e’ un escissione a losanga pure profonda . La terrò informata con piacerw. Ciò mi preoccupa

[#12] dopo  
Utente
Egregio dottore come promesso aggiorno la mia situazione. Sono andata a controllo e il medico mi ha detto che a causa di questo problema di interventi reiterati mi ha fatto una messa a piatto un po’ più profonda. La ha definita a cucchiaio ed ha riferito che la cicatrizzazione avverrà lentamente per seconda intenzione. Io continuo ad avere, domani e’ u mese , spasmi e bruciori oltre che perdite di sangue alla defecazione. I miei timori sono che ha sezionato lo sfintere e che nn si rimarginerà. Paura fondata? Ora tra un mese a controllo ma le mie preoccupazioni sono anche in merito all’intervento eseguito. E corretto avrò la cicatrizzazione di questa cicatrice a cucchiaio. Aspetto sue notizie buona giornata. Cordialmente.

[#13]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Che dirle?
A distanza non ho elementi per poter confermare o contraddire le previsioni del curante.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#14] dopo  
Utente
Sono ben consapevole di ciò che lei giustamente asserisce in quanto non ha visione di cosa mi e stato praticato. La mia domanda era , chiedo scusa se mi sono espressa male, se la tecnica che il mio medico mi ha descritto e che ha utilizzato nel mio caso solitamente viene praticata nei pazienti con ragade anale. La ringrazio sempre per la disponibilità .

[#15]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
" escissione ragade e piccola sfinterotomia previa manometria e ecografia"
Si! è una delle tecniche.
Ma non ho elementi per confermarle se era indicata o meno nel suo caso.
Di nulla.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#16] dopo  
Utente
Grazie dottore sempre gentile a dare risposte tempestive. la tecnica di escissione della ragade a cucchiaio come la ha riferita lui e quindi più profonda a losanga è prevista come tecnica?
Cordialmente

[#17]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Escissiome losanga a cucchiaio è sempre una escissione e la profondità è sempre la stessa si arriva sul fondo della ragade ed il fondo è sempre rappresentato dallo sfintere.
Se ha dubbi su quello che è stato fatto chieda una nuova visita con altro proctologo.
Se lo desidera ci tenga aggiornati, ma non prima di aver chiarito con una visita diretta.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#18] dopo  
Utente
Egregio Dr come promesso la aggiorno della mia situazione . Sono andata a visita dal mio medico e lui dice che devo ancora guarire la ferita e’ ancora aperta . Devo andare a controllo tra un mese. Io sporadicamente alla defecazione trovo ancora sangue e quando metto crema sento una righina ma sento ancora la ferita più avvallata. La mia paura e’ che si sia formata una cicatrice fibrotica come le volte precedenti. Il medico alla mia domanda ha detto che devo stare tranquilla ma che non si tratta di cicatrice fibrotica ma di materiale che si forma per la cicatrizzazione ( mah). Io nn lo sono anche per il sangue che e’ uscito un paio di volte ancora negli ultimi dieci giorni prima nn mi capitava . lui dice che la parte e irrorata viva quindi e buono ed e normale . Io sono molto preoccupata. Sono passati quasi due mesi dall’intervento Continuo a sentire fastidì da ferita. La ringrazio per il consiglio che mi darà . Cordialmente .

[#19]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
A distanza non ho elementi per poter confermare o contraddire quello che le è stato detto.
Se ha qualche dubbio, nulla vieta la richiesta di una visita con altro proctologo.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com