Utente
Buongiorno Dottori,
ieri sera ho avuto un rapporto col mio ragazzo, lui accidentalmente è entrato per metà nel canale sbagliato, mi ha fatto malissimo.

Il problema è che ero appena guarita, ho avuto per un mese problemi di emorroidi interne, non gravi.
Ho fatto la cura prima con Arvenum 500 e dopo con Triade H, mi mancavano le ultime due bustine da prendere, ma da un paio di giorni non avevo più dolore, nè sanguinamento, era di nuovo tutto normale.

Dopo ieri sera, si è irritato di nuovo tutto il contorno dell’ano e questa mattina ho avuto di nuovo difficoltà a defecare... cosa dovrei fare ora?
Devo ricominciare una nuova cura?

Tra l’altro ho paura pure anche che mi venga qualche infezione a livello vaginale, perché poi incuranti abbiamo ricominciato e avevo anche il ciclo.
Corro qualche rischio?
Ho letto che non bisogna mai passare da un canale all’altro, non so se vale anche nel nostro caso, visto che non era un vero rapporto anale.

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Certo sarebbe stato meglio evitare considerato il problema. A questo punto direi di evitare ulteriori traumi, riprendere la terapia e se non si risolve fare una nuova visita proctologica. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio Dottore, prenderò una nuova confezione di Triade H e farò tutto da capo.
Purtroppo è stato davvero un incidente, io e il mio compagno siamo per le cose tradizionali, era buio e per la fretta ahimè è successo, è stato un caso sfortunato, stiamo da tanti anni insieme, ed è andato a succedere proprio quando per la prima volta in vita mia ho iniziato a soffrire di emorroidi.
Cordiali Saluti.

[#3]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Ottimo
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it