Utente
Buongiorno, in modo quasi inconsapevole sto da tanto tempo, anni, eseguendo una pratica che mi rilassa e dà piacere ma non vorrei che fosse dannosa.
Chiedo scusa per il linguaggio ma mi accorgo che provo una certa soddisfazione a dilatare l'ano dall'esterno con una certa energia...Vorrei chiedervi se è dannoso per gli sfinteri dell'ano fare cose del genere.
Prima ero sul water e ho fatto la pipì e mi sono appoggiata con la punta del sedere al bordo posteriore del wc e mi sono lasciata "cadere" verso il basso.
Ovviamente non sono finita nel water non pensate male.
Ma proprio l'azione della forza perso verso il basso ho notato che stirava quelli che credo siano gli sfinteri esterno ed interno.
Non so se mi sono spiegata bene.
Oppure qualche volta ero nuda e mi sono appoggiata ad un muro della casa col sedere sporgente e mi sono lasciata andare in giù col mio peso sul muro e sul sedere e chiaramente oltre che a strusciare il sedere sul muro l'attrito dava una certa trazione.
Oppure ancora altre volte con le mani ho poggiato le dita ai bordi dell'ano e tirando i bordi verso l'esterno provavo qualche dolorino ma anche relax e piacere.
Queste pratiche portano incontinenza futura?
Ho paura di non spiegarmi bene ditemi se mi capite
grazie

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Non credo che tali pratiche possano determinare una incontinenza.
Ma le consiglio una visita proctologica per capire che cosa la induce a tali azioni.
Se lo desidera ci tenga informati.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente
Grazie!!