Ascesso perianale aperto spontaneamente che continua a emettere liquidi e febbretta

Salve dottore, circa 20 giorni ho accusato dolore sia durante la defecazione che in qualunque altro momento della giornata o posizione.
Vista la situazione del Covid 19 ho preferito, anziché rivolgermi al Pronto Soccorso, optare per una visita a pagamento e il medico proctologo che mi ha visitato mi ha diagnosticato (solo tramite palpazione perché la zona era troppo infiammata per esami diversi) una ragade con polipo sentinella, prescrivendomi una cura a base di Antrolin e Clarema, e delle applicazioni di Dilatan che però non sono mai riuscita ad utilizzare per il troppo dolore.
Immediatamente ho avuto sollievo, poi dopo 7/10 giorni la situazione si è aggravata, il dolore è aumentato in modo severo accompagnato da malessere generale, dolore insopportabile sotto al gluteo destro e febbricole, trovavo sollievo solo per qualche ora assumendo Dicloreum 150.
Sono stata davvero male per 3 giorni ma il medico continuava col dirmi che le ragadi sono dolorose e può succedere.
Invece 4 giorni fa andando al bagno è esploso un ascesso piuttosto grande che ha suppurato per 48 ore da un foro relativamente piccolo situato su quello che il proctologo aveva definito "polipo sentinella".
Il sollievo è stato immediato e al livello di dolore sto decisamente meglio.
Resta però una febbretta e il "polipo" continua a infiammarsi e a rilasciare poco liquido ciclicamente circa 1 volta al giorno.
L'unica terapia che sto effettuando a oggi è 1 Tavanic antibiotico al giorno e impacchi caldi con acqua salata più volte al giorno.
Ho effettuato una RMN, sempre privatamente per abbreviare i tempi, ma devo aspettare qualche giorno per i risultati.
Anche e soprattutto per vedere se è già presente una fistola.
E' normale avere febbre?
E' possibile che il foro di uscita sia troppo piccolo e l'ascesso non abbia avuto sfogo causando una recidiva?
L'ospedale di Grosseto oggi mi ha detto che in virtù dei protocolli per il Corona virus non è possibile prendere appuntamenti per visite di controllo a meno che la situazione non sia grave e allora si può ottenere un ricovero passando dal Pronto Soccorso e questa situazione di non potermi curare mi mette veramente ansia.
Quali sono i campanelli di allarme di un aggravamento che devo tenere sotto controllo.
In quale situazione mi devo preoccupare e rivolgermi al Pronto Soccorso?
La ringrazio per l'attenzione, in questo momento particolare non so a chi altro rivolgermi.
[#1]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25k 620 346
Potrebbe avere una fistola. Attenda l' esito della rmn e poi riconsulti il proctologo. Prego.

Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie della risposta. Si, era quello che immaginavo. Le chiedo un'ultima cosa: la Risonanza Magnetica è un esame esaustivo o sarebbe comunque meglio effettuare anche una ecografia endoanale? Grazie ancora.
[#3]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25k 620 346
Sovrapponibili

Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test