Colonscopia e gastroscopia infine

Gentili dottori, a seguito di un forte prurito, ora improvvisamente scomparso, mio marito ha deciso di sottoporsi ad una serie di accertamenti, tra i quali la colonscopia e la gastroscopia che farà a breve contameporaneamente. Ha scelto l'anestesia totale perchè, essendo molto ansioso, non sopporterebbe da sveglio queste indagini cosi' invasive. Sono un po preoccupata sia per l'anestesia, che per eventuali effetti collaterali della stessa. Vi chiedo, quanto puo durare questo tipo di indagine? Al suo risveglio, avrà problemi, e di che tipo?
Vi prego ditemi qualcosa che possa tranquillizzarmi
[#1]
Dr. Stefano Spina Chirurgo generale, Colonproctologo 12,5k 250 8
Mi sembra molto strano che si utilizzi un'anestesia generale per fare questi due esami endoscopici. E' piu' probabile che vengano utilizzati farmaci che inducono, come si usa dire, una "sedazione spinta"; il che vuol dire che suo marito dormira' senza accorgersi di nulla, pur conservando la funzionalita' respiratoria, che invece viene portata avanti dalla macchina se l'anestesia fosse davvero quella generale. Se a fine esame verranno utilizzati farmaci "antidoto" suo marito stara' benissimo, tanto da poter svolgere qualsiasi attivita' anche subito dopo (ma si consiglia sempre di rimanere tranquilli per un po'...). Se non vengono utilizzati altri farmaci probabilmente avra' un po' di sonnolenza per qualche ora.
In ogni caso gli effetti collaterali, di qualunque anestesia, sono diversi caso per caso, e sara' l'Anestesista che dovra' studiarne i probabili effetti e le eventuali conseguenze in rapporto alle condizioni generali di suo marito.
Cordiali saluti

dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gent.mo dott. Spina, La ringrazio vivamente per la tranquillità che ha saputo infondermi con la sua sollecita risposta. Dopodomani mio marito si sottoporrà a colonscopia e gastroscopia insieme e, dopo la sua risposta si sente più sereno. Purtroppo il prurito si è ripresentato e questo mi angoscia molto perchè penso possa avere qualcosa di brutto allo stomaco od al colon.
Non ha comunque altri sintomi che possano far sospettare malattie incurabili se non questo fastidioso prurito alle braccia, alle gambe, alla testa, ed anche, ultimamente, ai genitali. Mi rendo conto di farle una domanda assurda, ma Lei cosa ne pensa, alla luce della Sua esperienza professionale? Le dico che l'ematologo gli ha fatto ripetere l'emocromo ed, a suo dire, se detto accertamento risulterà essere nella norma, si sente di escludere una patologia ematica. La ringrazio ancora per la risposta che vorrà darmi e le invio cari saluti
[#3]
Dr. Stefano Spina Chirurgo generale, Colonproctologo 12,5k 250 8
Non so quanto serva un emocromo per individuare la causa di un prurito... Comunque intanto conviene aspettare l'esito delle due endoscopie, poi magari cerchera' di indagare meglio se fossero presenti delle allergie... Se crede ci tenga aggiornati.
Cordiali saluti
[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie sempre per la sollecita risposta, caro dottore, ma Lei pensa potrebbe esserci una attinenza tra prurito e patologia di stomaco e colon, oppure detti accertamenti endoscopici vanno fatti perchè rientrano nel normale quadro di indagini che vanno fatte ad una certa età?
[#5]
Dr. Stefano Spina Chirurgo generale, Colonproctologo 12,5k 250 8
Non e' che ad una "certa eta'" scatta qualcosa in particolare: pero' puo' darsi che sulla base della storia clinica di suo marito il Medico abbia ritenuto opportuno effettuare questi due accertamenti. Mi sembra poco probabile che il prurito sia da riferirsi a patologie dell'apparato digerente. Ma, come le ripeto, staremo a vedere...
Cordiali saluti
[#6]
dopo
Utente
Utente
Gentilissimo dott. Spina, mi sembra giusto comunicarle che le indagini endoscopiche di cui le parlavo sono state eseguite in maniera egregia, senza alcuna sofferenza per mio marito. Il referto è stato abbastanza tranquillizzante, solamente è stato asportato un micro-polipo in sede rettale, chiaramente da analizzare. Comunque,il medico si sente di escludere complicanze neoplastiche. A questo punto, mi sembra opportuno, visto che il prurito non cessa, procedere ad ulteriori accertamenti dermatologici ed allergologici. Lei cosa ne pensa? Cordialità
[#7]
Dr. Stefano Spina Chirurgo generale, Colonproctologo 12,5k 250 8
Tanto per cominciare sono contento che abbiate potuto sperimentare che il diavolo (l'endoscopia!) non e' cosi' brutto come lo si dipinge...
Per quanto riguarda il prurito penso sia corretto sentire per prima cosa che ne pensa un Allergologo.
Cordiali saluti

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test