Utente 661XXX
l'anno scorso mio padre ha subito un trapianto di valvole cardiache a seguito di un endocardite. All'inizio della scorsa settimana ha cominciato nuovamente ad avere febbre alta e dolori articolari, inoltre ci ha mostrato una specie di "bozzo" sulla coscia, molto arrossato e con una puntina nera. Li per li abbiamo pensato che fosse solo un pelo incarnito molto infiammato. Nei giorni successivi il medico gli ha dato degli antibiotici perchè la febbre (sui 38 gradi circa) non scendeva, ma questi non hanno fatto effetto. Perciò l'abbiamo portato subito in ospedale. All'inizio tutti sembravano convinti che si trattasse di una nuova infezione, in quanto non solo presentava febbre e dolori articolari, ma avant'ieri ha cominciato a comparire anche un esantema su tutto il corpo. Tutti sintomi dell'endocardite. Poi ieri un medico ha notato il "bozzo" e subito ha riconosciuto in esso un puntura di zecca.La mia domanda è: I sintomi sono ricongiungibili alla puntura di zecca? per fugare ogni dubbio sono in corso anche gli accertamenti x l'endocardite...
Inoltre, è possibile che una semplice puntura di zecca possa provocare dei problemi vista la situazione di mio padre?
grazie infinite e chiunque risponderà!

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
le zecche possono essere veicolo di microorganismi.
Per es. la malattia di Lyme,è una borrelliosi di cui avrà sentito parlare, ma anche altre malattie da richettsie.
Deve fare esami diagnostici, sul sangue, e la diagnosi verrà fuori, e di seguito la terapia.
Cordailità
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)