Utente 138XXX
il mio ragazzo ha una macchia circoscritta rosso-violacea dietro il ginocchio. Il dermatologo poco piu di 2 mesi fa non gli ha saputo diagnosticare che cosa potrebbe essere. Gli ha soltanto segnato una crema per farla riassorbire ma non è servito a niente! Questa macchia è nata da circa 8 mesi e nel giro di questo tempo è aumentata di dimensioni(circa 6-7 cm) è di forma abbastanza rotonda e cambia colore dal rosa al violaceo. Sicuramente non è un angioma perche fino a tempo fa non aveva niente. Il dermatologo ci aveva chiesto se poteva essere un trauma ma non lo è..Che cosa potrebbe essere?Siamo un po' preoccupati. Attedo una vostra gentile risposta. Saluti

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Biagioli

28% attività
0% attualità
12% socialità
SIENA (SI)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Gentile utente
Ritengo esagerata la sua fiducia sulle nostre capacità divinatorie. Anche solo avanzare ipotesi sulla natura della macchia con i pochi e approssimativi dati a disposizione è assolutamente inutile. Lo stesso specialista interpellato non ha potuto definire la lesione con la valutazione clinica diretta. Credo che sarebbe opportuno ripetere la visita dermatologica eventualmente valutando con lo specialista la necessità di effettuare accertamenti più approfonditi come ad esempio, se il caso, un prelievo bioptico.
Cordiali saluti
Dr. Maurizio Biagioli
UOS Dermochirurgia
Az Ospedaliera Universitaria Senese

[#2] dopo  
Utente 138XXX

La ringrazio per la sua pronta risposta, e riconosco che in effetti non è facile descrivere il problema. Vorrei solo sapere che tipo di esame è il prelievo bioptico. Ci sono atri esami eventualmente da effettuare. Il colore della macchia è uniforme potrebbe essere causata da una rottura dei capillari?o da un problema di circolazione sanguigna?Il suo lavoro comporta a stare tante ore in piedi oppure a guidare.Ringraziandola di nuovo Le porgo i miei più cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Biagioli

28% attività
0% attualità
12% socialità
SIENA (SI)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
gentile utente
Ogni ipotesi può essere considerata, ma non è possibile discutere sul caso specifico in mancanza di una valutazione diretta. Il prelievo bioptico, che non posso sapere se può essere utile nel vostro caso, consiste nell'asportazione di un piccolo frammento di tessuto cutaneo (pochi millimetri di diametro) con una semplice manovra chirurgica in anestesia locale. Il frammento viene poi inviato in anatomia patologica per l'esame istologico. L'esame istologico permette di acquisire ulteriori informazioni sulla struttura della lesione cutanea che possono aiutare il dermatologo in molti casi, ma non sempre, a definire la diagnosi.
Cordiali saluti
Dr. Maurizio Biagioli
UOS Dermochirurgia
Az Ospedaliera Universitaria Senese

[#4] dopo  
Utente 138XXX

La ringrazio infinitamente per il suo consiglio. La terrò informato appena faremo nuovamente la visita dermatologica e saprò qualcosa di più preciso. Cordiali saluti