Utente 333XXX
Salve, vi contatto per chiedere un consulto su un'unghia del pollice della mia mano. Dal seguente link potrete vedere una foto dell'unghia:

http://communicator.discoremoto.alice.it/filemanager/vedi.do?key=%2FUnghia.jpg

Da visite fatte presso due dermatologi mi è stato detto che questa situazione è dovuta dal mio continuo stuzzicare con le altre dita o con la bocca (come quando ci si mangia le unghie...) la parte della pelle posta al di sopra dell'origine dell'unghia. E per tanto non mi è mai stata diagnosticata una malattia dell'unghia con conseguente cura da effettuare. Ho notato lo stesso problema anche in una mia amica che però ha risolto il problema con cure a base di medicinali. Spero che possiate darmi un consiglio almeno per capire il tipo di problema che ho.

Distinti saluti, Romolo.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
gentile Romolo,

non comprendo perchè no nsi fida delle diagnosi fattele dai 2 colleghi specialsiti: una ONOCOSCHIZIA è legata ad un trauma della matrice ungueale di natura esogeno e non correlato con patologie della matrice stessa: pertanto ogni terapia farmacologica locali no npossono esitare con nulla di soddisfacente, se permane lo stimolo.

le unghie degli amici lasciamole a loro..come ogni caso clinico a sè..
Cari saluti.
Dott. Luigi LAINO
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Dr. Antonio Del Sorbo

28% attività
0% attualità
12% socialità
SCAFATI (SA)
SALERNO (SA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Egr. Sig. Romolo, concordo pienamente con il Dott. Laino. L'onicoschizia o onicoschisi lamellare è lo sdoppiamento lamellare della parte distale dell'unghia e può avere molteplici cause. Una delle più frequenti è proprio la cosiddetta onicofagia (abitudine di "mangiarsi" le unghie o le pellicine che circondano la lamina ungueale). Un'unghia "indebolita" da tali processi, risulta così più vulnerabile nei confronti degli agenti esterni e talora ad una banale onicoschizia si può aggiungere una vera e propria infezione dell'unghia (onicomicosi). Consulti il Suo dermatologo senza aver assunto ne applicato farmaci per almeno una settimana e sarà lui a stabilire se è necessario praticare un eventuale esame microscopico miceti (per escludere una eventuale sovrinfezione micotica)o se magari può essere utile "aumentare" localmente le difese della lamina applicando dei prodotti specifici. In tutto questo resta però imperativo... eliminare la pessima abitudine di danneggiare continuamente l'unghia, esponendola non solo ad un "problema" estetico notevole, ma talora anche ad infezioni più lunghe da curare. Cordiali saluti.

Dott. Antonio DEL SORBO
Medico Chirurgo – Specialista in Dermatologia e Venereologia
Dottore di Ricerca in Dermatologia Sperimentale
Corso Nazionale, 139 – 84018 SCAFATI (Salerno)
Email: antoniodelsorbo@libero.it – Sito internet: www.scafati.it
Telefono Studio: 081/8502377 – Cellulare: 338/6422985
Dott. Antonio DEL SORBO
Specialista in Dermatologia e Venereologia
Sito web: www.ildermatologorisponde.it