Utente 128XXX
Salve dottori vi espongo il problema:
Pesando 98 kg x 1,86cm decisi di mettermi a dieta verso giugno 2009 arrivando a settembre 2009 a pesare 80 kg.
La dieta me la sono fatta da solo apportando circa 900kcal (la maggior parte in scatolette di simmenthal) al giorno e facendo palestra un ora al giorno per 5 giorni alla settimana.
Inutile dire che è stato faticosissimo quanto stressante ma i risultati APPARTE I CAPELLI sono quelli desiderati.
Arrivato a settembre ho notato un infragilimento dei capelli e seguentemente una abbondante caduta.
Verso ottobre dopo una visita dal dermatologo (incerto sulla causa della caduta) mi ha prescritto una cura di capsule (cistidil+biomineral) che ho seguito per qualche mese con un effettivo miglioramento della qualità dei capelli (ma non della quantità)
Insoddisfatto dei risultati ottenuti ho cambiato dermatologo facendomi visitare agli inizi di luglio 2009.
Il dermatologo mi disse che non sembrava un avanzare di androgenetica e mi ha rassicurato prescrivendomi fiale + capsule (entrambi DELTACRIN).
Ancora sto finendo la cura ma la situazione non mi sembra migliorata.
Iniziando la cura per tutto luglio fermandomi ad agosto e riniziando a settembre mi ha detto che proprio a settembre avrei avuto un peggioramento.
Ora le mie domande sono le seguenti:
perchè dovrei notare un peggioramento a settembre?
perchè nonostante mi stia curando da ottobre 2009 (quindi sono passati 10 mesi) ancora intravedo un pò di cute? (solo sulla zona frontale, sia tempie che centro-fronte)
E' possibile che dopo questa alimentazione errata i capelli nonostante le cure non mi ricrescano più perchè ormai il dado è tratto?

Avete qualcos'altro da dirmi riguardo la caduta dei capelli causa alimentazione sbagliata?


p.s.: mio padre è calvo, ha iniziato a perderli intorno ai 30 anni mi disse.
mio nonno ce li ha tutti, i miei zii pure. Mio fratello è più grande di me, ha 26 anni e ce li ha ancora tutti.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

cosa le hanno diagnosticato? Una alopecia androgenetica (calvizie)?In tal caso esistono farmaci molto attivi in grado di contrastarla.

Se avrà la pazienza di leggere il mio articolo su questo tema, scoprirà perchè a nella fascia attorno a ottobre può esserci un piccolo peggioramento stagionale dei capelli

https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=20173


L'alimentazione non c'entra nulla e la genetica solo in parte.


cari saluti

Dott. LAINO, Roma
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 128XXX

Salve dr.Laino,
grazie per la celere risposta.

Per quanto riguarda i farmaci attivi, che presumo lei intenda minoxidil e propecia, aspetto di finire questa cura di integratori e fiale e verso dicembre mi ripresenterò dal dermatologo per capire cosa effettivamente si dovrà fare.

Il primo dermatologo non mi ricordo cosa mi aveva diagnosticato. Il secondo mi ha detto che non è androgenetica ma è stato un defluvio.

Quello che vorrei sapere è se dopo il defluvio i capelli mi ricresceranno.
E se il defluvio può essere stato indotto da questa dieta che sicuramente mi avrà portato ad avere qualche carenza minerale. (e non solo con 900kcal al gg)
Insomma, c'è speranza per i miei capelli di ricrescere senza usare cure tipo propecia,minoxidil etc..?

P.S.: Girando su internet lessi già il suo articolo nonostante non ero iscritto a medicitalia.it, molto interessante.