Balanopostite da aspirina

nel caso fosse questa la diagnosi: è corretto usare gentalyn beta e ecosteril?la prima pomata al mattino la seconda la sera.-pomate prescritte dallo specialista.

ho avuto questa sintomatologia: puntini rosso glande e prepuzio,rossore generale,bruciore,pellicine tipo rettile,patina bianca,zone bianche su prepuzio che al tatto sembrano uguali alla pelle-sia medico di base che specialista supponevano potesse essere candida

da ieri sera ho il glande bianco.

stamane mi sono ricordato di aver assunto aspirina una settimana fa e ho contattato il medico di base che ha detto allora sarà balanopostite da aspirina probabilmente,ma metti le pomate date dallo specialista.

in questa settimana ho assunto aciclovir orale,diflucan orale.e ora dovrei prendere gentalyn beta e ecosteril.ho letto però su internet che gentalyn beta può peggiorare la situazione :(quello che segue l'ho letto su internet e lo incollo qui):

Dipende dall'agente patogeno: il Gentalyn beta è una associazione fra Gentamicina (un antibiotico) e Betametasone (cortisone). E' indicato se la balanite è sostenuta da un batterio (i batteri sono sensibili agli antibiotici); se invece è una balanite da funghi (miceti) oppure una balanite da virus, il Gentalyn beta non solo non è indicato, ma la può peggiorare perchè il cortisone deprime la risposta immunitaria locale e permette ad un eventuale virus di moltiplicarsi più facilmente, e l'antibiotico può favorire la moltiplicazione di funghi (es. la Candida) che non sono sensibili.

[#1]
Dr. Giampiero Griselli Dermatologo, Medico estetico 8,5k 305 152
Gent.le pz , a prescindere che la balanite da aspirina probabilmente deve essere letta verosimilmente come eritema fisso da farmaci, per il resto si nota una comprensibile confusione .
L'unica cosa logica è affidarsi al dermatologo per le cure del caso , basate sulla effettiva obiettività.
Cordialità

Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Brescia,Porto Tolle(RO)

[#2]
Dr. Luigi Laino Dermatologo 21,9k 464 493
Gentile utente,

la balanite balanopostite da aspirina NON esiste:

esiste come già asserito, l'ERITEMA FISSO DA FARAMCI, causato spesso da FANS (Farmaci antinfiammatori non steroidei) ivi compreso l'acido acetilsalicilico;

in tal caso, una crema come quella che descrive NON serve praticamente a NULLA.

Sappia tra l'altro che l'eritema fisso da farmaci che può interessare il glande è una diagnosi esclusivamente Dermatologico venereologica :

semplicemente perchè è DIFFICILE effettuarla (guardi quante cause si celano diero ad un glande rosso e ad una presunta balanopostite balanite nel personale articolo: http://www.latuapelle.org/rubriche/?art=15 )

Sinteticamente : visita venereologica (con l'sperto di cute e mucose genitali), è starà tranquillo.

cari saluti

Dott. LAINO, Roma

Dr.Luigi Laino Dermovenereologo, Tricologo
Direttore Istituto Dermatologico Latuapelle
www.latuapelle.it

[#3]
dopo
Utente
Utente
onestamente ho ragionato cosi:le due pomate si contraddicono servono per scopi diversi,non avendo individuato la vera causa mettendo una volta l'una una volta l'altra sarei guarito.
lo ha detto pure il medico di base "quello che non rimedia una ci pensa l'altra" sarà stato questo il pensiero dello specialista.
con ecosteril la prima che ho applicato ho notato notevoli miglioramenti sulle zone di micosi bianche e mi sono preso la libertà di applicare solo ecosteril evitando gentalyn.
[#4]
dopo
Utente
Utente
cmq io non prendo mai farmaci,non credo sia possibile che abbia eritema da farmaci,quella mattina è stato un caso.
raramente prendo mezza bustina di nimesulide per il mal di testa,ma capiterà 1 volta al mese e non tutti i mesi!
[#5]
Dr. Giampiero Griselli Dermatologo, Medico estetico 8,5k 305 152
Io ragionerei così:
Andrei da uno specialista di fiducia,e come dice la parola "di fiducia" mi affiderei a lui, mi farei fare una diagnosi precisa, magari avvalorata da esami, e quindi passerei ad una terapia possibilmente causale. La seguirei come prescritta e alla fine concluderei ...guarendo!.
Oppure potrei provare alternativamente tutte le terapie possibili sul mercato per qualunque tipo di malattia , sperando che una possa funzionare , sempre se nel frattempo le altre non abbiano peggiorato così pesantemente la situazione da renderla indecifrabile.
Non si faccia ulteriormente del male, desista dal fai da te.
cordialità
[#6]
Dr. Luigi Laino Dermatologo 21,9k 464 493
Io ragionerei così:
non cercherei autodiagnosi e autoterapie impossibili ma mi rivolgerei con semplicità al Venereologo per la diagnosi precisa e la cura del caso. STOP e cordialità
Dott. LAINO, Roma

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio