Utente 415XXX
Gentilissimi dottori, da circa una settimana mi sono apparse dal nulla un paio di vescichette biancastre sul lato interno della guancia destra. Premetto che ho 47 anni, non sono bevitore né fumatore ed ho subito negli anni diversi microtraumi in quelle zone dovuti a morsi accidentali. In rete ho letto che potrebbe essere una lesione precancerosa (Leucoplachia)dovuta proprio a quei traumi. Sono andato preoccupato dal dermatologo che mi ha detto che non dovrebbe essere cosa grave se non un afta post trauma, anche se gli ho assicurato che io non ho avuto il minimo sentore di morsi o altro in quella zona. Mi ha prescritto gocce di Cortifluril da applicare sulla lesione mattina e sera per 15 gg e, se non dovesse passare, ritornare da lui. Per il momento (dopo 6 gg.) non é cambiato nulla (stessa vescichetta a forma di mezzaluna né aumentata né diminuita di volume e sempre dolente al tatto). Sono quindi molto preoccupato sul decorso della situazione e vorrei un vostro parere in merito.
Grazie tante anticipate.
Antonio Gaggioli

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Genitle Antonio,

le manifestazioni vescico-bollose o aftose (post vescico-bollose o aftose "tout court") possono essere l'espressione di molteplici condizioni, molto variabili fra loro.

Alla sua età è d'obbligo coniderare ogni eventualità, ben sapendo che la maggior parte delle situazioni è del tutto benigna, ma ancora, alcune di esse possono essere segno di qualcosa di più complesso.

E' ancora obbligo citare che da tal sede telematica non potranno mai arrivare definizioni diagnostiche o presuntive di qualsivoglia paltologia dermatologica, ma solo l'orientamento non vincolante e la citazione di alcune condizioni che è sempre bene eslcudere ogniqualvolta ci si trova di fronte ad un quadro similare.

dalla raccolta anamnestica, in base a quello che ci riferisce, è d'uopo tenere presente il traumatismo continuativo, che sovente però si manifesta in morfe cliniche più vicine alle lesioni a "placca" che non francamente vescicolari o aftose.

la dolenzia è un altro quadro che non ci indica grandi cose, in virtù della poca spcificità del sintomo orale nei pazienti con patologia dermatologica buccale ed orofaringea.

le cause più impegnative (e fortunatamente più rare) che debbono essere sempre escluse sono:

- grande aftosi o morbo di Bechét
- pemfigoide orale
- pemfigo orale
- epitelioma erosivo
- lichen planus erosivo
- lesione lupica (Lupus eritematoso sistemico)

tutte le altre sono meglio conosciute e più facilmente inquadrabili.

se la sintomatologia persiste, le indico nuovamente la visita dermatologica con eventuale prelievo bioptico (se ritenuto necessario dal suo dermatologo, ovviamente) della lesione per esame istologico ed immunoistochimico.

cari saluti

Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 415XXX

Gentilissimi, mi permetto di approfittare ancora della vostra gentilezza.
Sono passati 12 gg dall'insorgenza della piaga e la situazione é la seguente: Il 3° giorno me ne era comparsa un'altra vicino, più piccola, scomparsa in 3 giorni. Anche la prima é quasi andata via (visibile solo piccolissimo alone residuo e leggero fastidio interno)dopo il trattamento con Cortifluoral mattina e sera. Ora chiedo gentilmente se mi posso tranquillizzare, se devo reputare ok la situazione, se devo comunque andare a farmi ricontrollare dal dermatologo e se, eventualmente, andare da un odontostomatologo per controllare la situazione dentaria che potrebbe essere stata la causa, visti anche i frequenti morsi alle guance che mi procuro. Grazie tantissime per la vostra cortesia.
Antonio Gaggioli

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Già detto, gentile antonio: la visita dermatologica non è opinabile, è NECESSARIA.

ancora saluti

Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#4] dopo  
Utente 415XXX

Sono tornato dal dermatologo che mi ha detto che in bocca ora é tutto ok, visto che le placche bianche sulla guancia sono scomparse, consigliandomi di andare dal dentista per una valutazione di eventuali cause dentarie. Da un paio di giorni, però, avverto dolore, specie premendo, nella parte laterale sinistra del collo (forse le ghiandole?) senza rigonfiamenti apparenti. Cosa può voler dire questa nuova sintomatolgia? Mi devo preoccupare? Scusate per il disturbo che vi reco e grazie ancora per la vostra estrema gentilezza e competenza. Antonio Gaggioli

[#5] dopo  
Utente 415XXX

Gentilissimi, scusate se vi disturbo insistendo nel porvi domande. Come riferito nella precedente risposta, mi sono scomparse le bolle nell'interno guancia destra dopo cura per 15 gg. con CORTIFLURIL. Ora, a distanza di un po' di tempo, mi sono comparse anche dentro la guancia sinistra, a forma di striatura lunga ed avverto anche delle trafitte all'orecchio sinistro, mentre il dolore nella parte laterale sinistra del collo avuto qualche giorno fa é scomparso. Cosa può significare tutto cio'? Devo tornare dal dermatologo? Nei prossimi giorni ho una visita dal dentista (consigliata dal dermatologo), pensate possa essere utile? Grazie per la vostra gentilezza. Antonio Gaggioli