Utente 593XXX
Il dermatologo mi ha diagnosticato il mollusco contagioso localizzato nella zona pubica e sul pene.

Vorrei ricevere maggiori informazioni circa le possibili cause e la terapia più opportuna.

Poichè sia io che la mia partner non abbiamo avuto alcun rapporto sessuale con altre persone non ci spieghiamo come possa essere accaduto.

Posso solo dire che frequentiamo settimanalmente una piscina per il nuoto.

Attendo in tempi rapidi, per quanto possibile, una risposta a questo quesito.

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Benini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
SANTARCANGELO DI ROMAGNA (RN)
FANO (PU)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2000
Gentile Utente il mollusco contagioso fa parte della famiglia dei pox virus,l'averlo ritrovato nelle sedi da lei descritte fa supporre con grandissima probabilità(ma metto comunque il condizionale) un contagio attraverso rapporti sessuali, che tenga presente possono essere avvenuti anche tanti anni prima.Infatti i virus possono rimanere in un periodo di latenza anche molto lungo od addirittura non presentarsi mai nel corso della nostra vita, pur avendoli contratti.La cosa importante è che tale manifestazione sia stata trattata e che venga effettuato un controllo per escluderne la presenza in altre regioni cutanee.
Saluti
Dr.Alessandro Benini
Dirigente Medico Centro Grandi Ustionati
Osp."M.Bufalini" Cesena

[#2] dopo  
Utente 593XXX

Innanzitutto ringrazio il Dottore per la rapidità nella risposta e vista la sua disponibilità mi permetto di rivolgere altre domande in quanto questa situazione mi preoccupa:

il dermatologo, dopo essere intervenuto localmente con lo spray a base di azoto, mi ha prescritto il gentalin pomata per 7 gg solo di sera rimandandomi alla prox settimana per un nuovo controllo e per effettuare altri interventi con lo spray.
Ritiene che sia questa la terapia più opportuna per debellare il virus?

La mia partner si è fatta visitare dal ginecologo con esito negativo in quella occasione lo specialista ha effettuato il pap-test, crede debba approfondire gli accertamenti?

Ringrazio e Saluto.

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

il trattamento effettuatole per la condilomatosi è congruo, diffusissimo e ci mancherebbe che non lo fosse visto che ad effettuarlo è stato il dermatologo.

Tale trattamento, non è il mio preferito, ma questa è opinione personale e cerco di spiegarla:

preferisco difatti il courettage chirurgico (tecnica che si effettua con una particolare ansa chirurgica meglio se usa e getta - più affilata : asportazione sicura, praticaemte indolore, mentre per la crioterapia non si ha la certezza della "morte dei virus" e "restitutio ad integrum": l'azoto terapia può - solo potenzialmente reliquare esiti discromici con più frequenza) od in alteranztiva per molluschi piccoli (dell'asta e delle grandi labbra) difficili da trattare con il courettage, il Laser CO2.

non è necessario approfondire gli accertamenti (basta la visita venereologica) ed anche il PAP test (esame fondametale da eseguire periodicamente) non serve per questo motivo.

cari saluti




Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#4] dopo  
Utente 593XXX

Mi riallaccio al tema in questione, che mi interessa in particol modo, per porre le seguenti domande ai Sigg. Dottori:

ho letto che in piscina si potrebbe contrarre il virus, è vero?

ho letto che Il mollusco contagioso ha un periodo di incubazione che può variare da 2 settimane a 6 mesi mentre il dott. Benini accenna ad una probabilità di contagio avvenuta anche tanti anni fa, come mai?

saluti.

[#5] dopo  
Dr. Alessandro Benini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
SANTARCANGELO DI ROMAGNA (RN)
FANO (PU)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2000
Gentile Utente la manifestazione virale(cioè il vedersi le neoformazioni a livello cutaneo) non vuol dire che il virus sia stato contratto nell'immediato,come detto im precedenza,poichè può rimanere in uno stato di quiescenza o latenza(che vuol dire che non dà manifestazioni a livello cutaneo)anche per periodi lunghissimi,addirittura anche per tutta la vita(e questo non vuol dire che non sia stato contratto e non ci sia stato un periodo d'incubazione pur senza manifestazioni a livello cutaneo).Il virus può essere contratto in qualsiasi modo,certamente la regione pubico-genitale farebbe pensare, con maggior percentuale, attraverso rapporti sessuali.
Saluti
Dr.Alessandro Benini
Dirigente Medico Centro Grandi Ustionati
Osp."M.Bufalini" Cesena

[#6] dopo  
Utente 593XXX

Egregi Dottori,

oggi mi sn sottoposto al cosiddetto courettage presso una struttura ospedaliera.

Mi è stato riferito che devo interrompere le attività sportive (piscina e palestra) mi chiedo perchè?

Mi è stato chiesto di ritornare per un controllo fra 21 gg per verificare se è tutto a posto.

Cosa mi potete dire in merito?

E' questa la migliore procedura per debellare i molluschi?

Grazie e saluti.

[#7] dopo  
Dr. Alessandro Benini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
SANTARCANGELO DI ROMAGNA (RN)
FANO (PU)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2000
Il courettage rientra tra le procedure corrette per l'asportazione dei pox virus.Solo dopo verifica di guarigione da parte dello specialista che la sta trattando può tornare a frequentare luoghi pubblici del tipo palestre e piscine.
Saluti
Dr.Alessandro Benini
Dirigente Medico Centro Grandi Ustionati
Osp."M.Bufalini" Cesena

[#8] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Il courettage chirurgico è il modo quasi eslcusivo (eccettuata la laser terapia) per debellare la malattia senza residui cicatriziali (molto più rischiosa la crioterapia per gli esiti cicatriziali, la quale difatti - come esempio - non viene mai praticata dal sottoscritto)

per i tempi di allontanamento e di controllo decide lo specialista che la tiene in cura ed a lui vanno posti i dubbi.

cari saluti


Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it