Utente 991XXX
Buongiorno.
Sono a chiedere cortesemente un vs consulto in merito ad un neo che mi dà qualche pensierino. E' sulla coscia e a febbraio 2012, in quanto non ricordavo di averlo (o comunque non ci avevo mai fatto caso, forse perchè era + piccolo) lo feci controllare al dermatologo che scriveva: "Nevo ipercromico fianco dx 3.5 mm con ELM normale". A sei mesi di distanza, mi sembra meno regolare: al centro mi sembrano esserci dei riflessi scuro/neri. Per questo motivo l'ho mostrato al dermatologo il quale dice che sembra un po' atipico e di rivederlo fra tre mesi dopodichè valutare se toglierlo.... Ora, se è atipico, mi chiedo, perchè aspettare che cambi. Secondo la vs opinione, come è da interpretarsi l'atteggiamento del medico? Quel "atipico" è un campanello d'allarme?
Ringraziando per la cortese attenzione, porgo cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile Utente,
sono d'accordo con lei: non ha senso controllare un nevo atipico ma ha molto più senso rimuoverlo ed effettuare un esame istologico del pezzo. Anche perché tra tre mesi sarà comunque atipico, dato che lo è oggi, ed in più potrebbe aver perso tempo. Ovviamente non è detto che un nevo atipico debba per forza essere un melanoma: lo specialista lo fa rimuovere per ottenere un esame istologico e, quindi, per colmare quella difficoltà a fare la diagnosi che talora anche il dermatoscopio non è in grado di migliorare.
Cordiali saluti
Dott. Davide Brunelli
Dirigente Medico Unità Operativa Dermatologia
Ospedale M.Bufalini - Cesena