Utente 659XXX
Spero sia la specialità giusta dove chiedere. Io e mia moglie abbiamo un problema e non sappiamo proprio più a chi rivolgerci. Vi spiego.
Più di due mesi fa mi è iniziato un fastidio alle labbra e alla punta della lingua, pensavo a afte o erpes o a una cattiva digestione. passano i giorni e chiedo al mio medico. Il problema diventa più persistente e la lingua ha una patina bianca e comincia a bruciarmi il palato e un po' le gengive superiori, sulle labbra superiori si intravedono delle piccole bollicine chiare.
Il mio medico dopo vari tentativi con colluttori e simili, mi manda dal dermatologo. Mi dice bollicine di grasso e il resto carenza da vitamine. Inizio a prendere vitamine ma nessun miglioramento.
Dopo un paio di settimane vado da otorino: mi dice che forse è candida e mi da un gel. Passano 10 giorni e nessun miglioramento.
Il mio medico mi fa fare analisi del sangue: transaminasi, ves, epatiti... tutto negativo e ves e transaminasi perfette.
Si comincia a sospettare intolleranze alimentari, visto che mangiando meno e in bianco sto appena un po' meglio ma ecco che lo stesso problema inizia a mia moglie anche in modo più intenso.
A me nel frattempo si forma come una fessura o spaccatura centrale nella lingua.
A questo punto escludiamo le intolleranze e sembra più una cosa contagiosa.
Mia moglie va da da un odontostomatologo, gli dice che non è niente di preoccupante. Ma stiamo male entrambi ma lui dice che non sembra cosa contagiosa. Ma come? Mi sembra impossibile che prenda una cosa così a entrambi a distanza di poco.
Il mio medico mi fa fare un tampone in bocca: negativo a Streptococco Staphylococco e miceti lieviformi.

Non sappiamo più che fare, abbiamo anche un bambino piccolo e temiamo di poterlo contagiare. Cerchiamo di tenere tutto separato, stoviglie ecc. ma siamo preoccupati e non sappiamo a chi rivolgerci. Anche il mio medico di famiglia e quello di mia moglie sembrano incerti su come procedere.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentili utenti,

la situazione merita indubbiamente un approfondimento in senso dermatologico : nella sede si potrà valutare con obbiettività il quadro generale e procedere se è il caso all'approfondimento in senso infettivo ed allergologico.

Da subito ed in via non vincolante però potrei tranquillizzarvi sul rischio di contagiosità che mi pare non coerente.

cari saluti e riaggiornateci dopo il consulto.

Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 659XXX

La ringrazio molto per la sua gentilissima risposta.
Cercherò un altro dermatologo qui a Firenze e Vi terrò informati.
Devo cercare un dermatologo con specializzazione particolare?
Non so se potete consigliarmi qualcuno...
Potete ben immaginarvi che la preoccupazione mia e di mia moglie è rivolta principalmente alla contagiosità e paura per nostro figlio, anche se per noi questo disturbo è estremamente fastidioso specie per mia moglie che sembra colpita in modo più forte con disturbi, in questi ultimi due giorni, anche alla gola, ma essendo adulti si sopporta tutto.

Grazie ancora

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Si faccia consigliare il Dermatologo anche dal suo medico di Famiglia.

cari saluti

Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it