Utente 380XXX
Buongiorno
Mi è stato consigliato dal medico di tenere il glande scoperto, per risolvere l'eccessiva sensibilità del glande. Si tratta di una problema che ho da sempre, molti esami hanno escluso altre cause.
Ho fimosi non serrata, quindi se non agisco con le mani il glande resta coperto anche in erezione.
La mia domanda è la seguente: se espongo la pelle all'aria per un certo periodo questa si inspessisce diventando più resistente e meno sensibile: poi quando sospendo questa "manipolazione" e la pelle del glande resta sempre coperta la cheratinizzazione è reversibile? Grazie

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentilissimo,
In un certo senso sì sebbene sia una pratica da ottemperare allorquando il suo dermatologo le abbia consigliato questa situazione e soprattutto in occasione di un'ipersensibilità del glande.
Direi quindi di stare sereno e di seguire le indicazioni del suo dermatologo venereologo.
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 380XXX

La ringrazio per la solerte risposta. Se mi trovassi meglio dopo questo esercizio, probabilmente mi orienterò verso una circoncisione, in modo da rendere la nuova situazione "permanente", senza che il glande continui a ricoprirsi da solo.
Grazie