Utente 161XXX
Buon giorno, vorrei chiede consiglio.. l'anno scorso ho dovuto fare circa 4 infiltrazioni nel polso, dopo un anno di dolori, (purtroppo poi ho scoperto il vero problema e le infiltrazioni non sono servite a nulla) e dopo un paio di mesi ho notato che la pelle si è schiarita e nel punto dove sono state fatte si è formato un "buco", cioè la muscolatura si è come prosciugata. Il punto è proprio sotto il pollice e la pelle risulta bianca, screpolata e con vene superesposte (io sono una persona che al sole diventa subito scura, non ho una pelle delicata).
Ho chiesto consiglio a medici e farmacisti i quali mi dicono che è un effetto collaterale del cortisone che "mangia" la pigmentazione ma che in qualche mese si dovrebbe risolvere da solo. Quest'estate sono stata attenta a non scottarmi con protezione 50+ e con il sole effettivamente la pigmentazione era migliorata ma ora si è nuovamente sbiancata.
Non so che fare. La parte è brutta da vedere e è più sensibile, infatti l'orologio mi da fastidio.
Chiedo consiglio su cosa potrei fare.
Grazie in anticipo a chi mi dedicherà del proprio tempo.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente, prima di dare un consiglio non vincolante sarebbe necessario valutare questo tipo di lesione e questo solo il dermatologo di sua fiducia può farlo: pertanto la cosa più utile evitare terapie fai-da-te ed affidarsi alla valutazione del suo specialista di fiducia. Consideri anche che questo tipo di atrofie possono migliorare con il tempo. Cari saluti.

Dr Laino
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it