Utente 448XXX
Buonasera (o buongiorno), gentili dottori. Sono un ragazzo e ho 19 anni, 20 da compiere tra un mese.
Da quando ne avevo circa 11, ho cominciato a patire la fastidiosissima Acne giovanile che m' accompagna tuttora.
Ho chiesto, mesi fa, il consulto con un dermatologo, il quale mi ha prescritto una cura a base di sapone detergente (la mattina) e impacchi (soluzione fisiologica e crema acneica la sera).
Nei primi mesi ho riscontrato dei buoni risultati, ma dopo quest'ultimi, ho notato lo spuntare di nuovi foruncoli disparati su tutto il volto. Inoltre, le ferite rossastre dei precedenti sfoghi della patologia, persistono uniformemente. Ho smesso di praticare tale cura, operando un risciacquo del volto col detergente soltanto la sera, con aggiunta di crema, e I risultati positivi sono giunti.
Tuttavia, sono presenti dei periodi in cui la situazione sembra peggiorare. È proprio durante il passaggio di questi che soffro tremendamente la mia inadeguatezza.
Ho cominciato a tormentare di lacerazioni il mio corpo, poiché fermamente convinto di meritare dolore a causa del mio aspetto grottesco. Sono stato preso in giro riguardo il volto appestato che mi ritrovo: nessuno, infatti, mi ha mai fatto un complimento o quanto meno un apprezzamento, se si esclude la mia ragazza, di sicuro l'unica a non ridere alle mie spalle.
Sto accarezzando l'idea di rintanarmi nel soliloquio dell'isolamento, lontano da sguardi fin troppo eloquenti e risatine sulla mia questione.
Vengo considerato un fenomeno da baraccone.
Vi chiedo, gentilmente, dei consigli per porre rimedio al problema o finirò col distruggermi giorno dopo giorno.

Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile ragazzo,
La buona notizia è che ad oggi l'acne di ogni grado e tipo può essere curata con successo: esistono infatti nuove terapie in grado di eliminare completamente il problema. A lei la scelta di aiutare noi dermatologi a curarla, poiché per effettuare questo tipo di terapie ci vuole molto molta collaborazione anche da parte dei pazienti. Cerchi di non manipolare il viso e soprattutto cerchi di fidarsi e affidarsi a un dermatologo di sua fiducia. Per ulteriori approfondimenti può leggere un articolo da me scritto su questi temi

https://www.medicitalia.it/blog/dermatologia-e-venereologia/1851-acne-foto-terapia.html

Carissimi saluti
Dott.Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 448XXX

La ringrazio, dottore, per la risposta. Ho un dubbio che mi assale.
Da circa un anno ho contratto un'infiammazione abatterica alla prostata adeguatamente trattata, ma non del tutto sconfitta. Mi chiedevo se tale processo infiammatorio potesse comportare la comparsa di foruncoli.

Grazie in anticipo.