Utente 892XXX
Buona sera, da due mesi e mezzo ho notato che la zona che si trova tra l'ascella e il seno sinistro è più gonfio rispetto alla stessa zona nella parte destra (ascella - seno destro).
Inoltre, al tatto sento che la ghiandola ascellare è leggermente gonfia (devo pero' cercarla altrimenti al primo tatto non si sente) e sento un leggero bruciore che puo' durare qualche giorno anche se non c'e' arrossamento della zona.
Il medico di base mi ha detto che il gonfiore può essere così da sempre visto che non siamo perfettamente simmetrici ma non mi spiego il bruciore che di tanto in tanto sento per alcuni giorni (poi smette da solo).
Ho prenotato una ecografia mammaria, ma può esserci qualche motivazione particolare per questo bruciore temporaneo/gonfiore?

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
una possibile lifoadenopatia monolaterale suggerisce una causa locale (e ve ne sono tante, sia a carico della cute, della gh.mammaria, etc) magari banalissima, ma meritevole di studio.
Bene l'ecografia, magari poi si potrebbe procedere con visita specialistiche, se sarà il caso.
Cordialità
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#2] dopo  
Utente 892XXX

Buonasera Dott. Griselli,

ho eseguito l'ecografia mammaria bilaterale con particolare osservazione, da parte del medico radiologo, della zona ascellare sinistra per verificare l'eventuale causa del bruciore e gonfiore ghiandolare che sentivo in quest'ultimo periodo.

Dall'ecografia non e' emerso nessun problema: il seno è ok e anche la zona "dolente" non presenta ne infiammazioni muscolari ne linfonodi ascellari ingrossati.

L'unica cosa che si vede è una pallina di grasso (la famosa ghiandola che credevo di sentire al tatto).

Il radiologo mi ha detto che non e' nulla di preoccupante e che non si tratta di linfonodo.

Da qui un dubbio: dall'ecografia è assolutamente distinguibile un linfonodo da una pallina/ghiandola sebacea?

Posso stare tranquilla?

Grazie

[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Certamente.
Direi che può allora stare tranquilla.
Cordialità
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#4] dopo  
Utente 892XXX

Caro Dott. Griselli è stato gentilissimo e molto chiaro.

Grazie mille e buona domenica.