Utente 962XXX
Egregi Dottori,

ho appreso di un metabolita della Daidzeina e riporto di seguito, per maggior chiarezza, lo stralcio di un articolo da clicMedicina su cui gradirei un Vostro giudizio.

Secondo il dr. Setnikar (ricercatore Rottapharm) – abbiamo aggiunto all’estratto di soia il Lactobacillus sporogenes, produttore non solo di acido L-lattico, ma anche di notevoli quantità di glicosidasi, che assicurano la piena biodisponibilità degli isoflavoni. Il Lactobacillus sporogenes svolge anche un’altra importante azione, perché trasforma la Daidzeina in Equolo, che ha una configurazione sterica molto simile a quella dell’estradiolo e, tra tutti i metaboliti degli isoflavoni, è quello che svolge la più potente attività estrogena, molto più elevata di quella della stessa Daidzeina -
http://www.clicmedicina.it/pagine%20n%202/fitoestrogenisecondogliesperti.htm

1) Come avrete intuito vorrei prima di tutto sapere se è vero che il miglior anti-dht nella terapia anticalvizie oggi proviene dalla soia;
http://www.calvizie.net/documento.asp?args=6.1.868

2) Inoltre se esiste un prodotto integratore o farmaco che contiene l'Equol.

Ringraziando fin d'ora per il Vostro apporto onesto e disinteressato alla causa della calvizie spero di ottenere risposte confortanti.

Saluto cordialmente

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

questo è quello che accade purtroppo quando c'è un eccessiva ricerca di "autoinformazioni" sulla propria salute.

LE ricerche che riporta (fra l'atro del tutto iniziali e sperimentali) non sono relative alla Calvizie ma alla Menopausa, condizione un pochino dissimile.

Che anche nella Calvizie si parli di ormoni, di certo non si può fare un link di questo genere.

Pertanto ed in virtù dei successi terapeutici che la dermatologia da anni sta avendo in materia di terapia faramcologica della Calvizie, la invito a non fare auto-terapia ed a rivolgersi ad un Medico specialista dermatologo - che è l'unico esperto di capelli - per una visita accurata e dei tests specifici.

Utile se vorrà a mio avviso la lettura del personale articolo divulgativo per gli utenti sul tema della Calvizie, presente su questo portale:

https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=20173

cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 962XXX

Egregio Dr. Laino,
le assicuro di non essere un visionario.

Ma questo è quello che accade purtroppo quando c'è una lettura superficiale o frettolosa dei links che le avevo indicato.
Dal suo tono si evince che non gradisce l'autoinformazione; NON capisco inoltre quando l'informazione possa mai essere per sua natura "eccessiva ricerca" di "autoinformazioni".
Voglio dire anche capitare su questo portale è stato frutto di una mia ricerca, quindi di autoinformazione, forse eccessiva. Tutto è opinabile !

Inoltre un numero non piccolo di ricerche parlerebbero di effetti molto positivi degli isoflavoni di soia, sia per le donne in menopausa che per i calvi.

Comunque senza fare polemica speravo che qualcuno mi aggiornasse su una pubblicazione del 25/Mag/2004 di ricerche fatte da ricercatori del Colorado State University, della Brigham Young University e del Cincinnati Children’s Hospital Medical Center, che tra l'altro non sembrano così iniziali visto che parliamo di 5 anni fà.

Per noi ex-capelloni si otterrebbero enormi benefici in particolare da un sottoprodotto della soia: "EQUOL".
Si tratta di un antagonista recettoriale che impedisce il funzionamento del DHT che come è noto risulta essere responsabile della Calvize androgenetica.

Sperando di essere stato più chiaro della mia precedente, saluto cordialmente.