Utente 634XXX
Mia madre (70anni) soffre oramai da 35 anni di psoriasi localizzata in varie parti del corpo. Negli ultimi mesi è aumentata molto negli arti inferiori..causando una forte infiammazione tra le ginocchia ed i piedi che causa forte prurito e dolore che le impedisce anche di dormire..oltre che camminare regolarmente. La visita dermatologica e le cure fatte (lenitivi del prurito e solite pomate) non hanno portato a miglioramenti. Lei è piuttosto rassegnata e non ha quasi più stimoli per cercare di migliorare la situazione. Vorrebbe essere ricoverata in ospedale..ma il dermatologo non glielo concede. Vorrei portarla da un altro specialista e chiedo consiglio su questo sito. Abita in provincia di Cuneo. Grazie per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
gentile utente,

ad oggi dalla psoriasi non ci si rassegna più: assieme al dermatologo 8in pubblico o privato: impossibile far nomi dalla sede telematica) riuscirete a trovare la terapia adatta al caso di sua madre.

cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 634XXX

Dopo una visita dermatologica a mia madre è stata consiglita la cura con BIOFARMACI. Gli sono stati prescritti tutti gli esami del caso per vedere la compatibilità.
Purtroppo per via di un alta positività > 1:640, all'ANTI-NUCLEO (IFA) Substrato cellule Hep-2 Centrometrico, le è stato detto che non può fare la cura con i Biofarmaci.
E' rimasta, vista la sua grave situazione, molto delusa da questo esito.
Secondo Voi, si può fare qualcosa o veramente è preclusa al 100% la cura con i Biofarmaci?
Grazie mille.