Utente 342XXX
Buon pomeriggio,
sono una donatrice ADMO e mi hanno contattata per riscontro di prima compatibilità con un paziente in attesa di trapianto; ho eseguito i prelievi per ulteriore approfondimento di compatibilità (secondo livello) ma durante l'esecuzione il medico mi ha presentato l'ipotetica difficoltà che io dovrei affrontare (se si procederà con la donazione vera e propria) visto che sono microcitemica....
Ammetto che lì per lì non ho avuto il coraggio di chiedere quali siano le difficoltà a cui si accennava, per questo chiedo un vostro parere.
Di seguito fornisco dettagli mio ultimo emocromo (dicembre 2010):
leucociti 6.04
eritrociti 5.60
emoglobina 12.7
ematocrito 39.5
v.g.m. 70.6
contenuto emoglobinico medio 22.7
concentrazione emoglobinica corpuscolare media 32.1
ampiezza distribuz. rbc(rdw) 14.3
granulociti neutrofili 49.4
linfociti 40.5
monociti 5.1
piastrine 151

Secondo il vostro parere i miei parametri sono comunque idonei a donazione? (30 anni peso 54kg altezza 1.58)
Quali sono le difficoltà a cui, in quanto microcitemica, andrei incontro?
Potrebbe essere rischioso per la mia salute?

Grata per l'onestà e l'interessamento.

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
I suoi parametri sono idonei, altrimenti non l'avrebbero ammessa al programma; forse, ipotizzo, i problemi potrebbero essere una maggiore accentuazione della sintomatologia microcitemica, a livello di un poco di stanchezza ed anemia; è una mia ipotesi perchè bisogna che parli direttamente con il medico che le ha detto questo
Un saluto

A. Baraldi