Utente 234XXX
Buonasera,

sono un ragazzo di 24 anni, e, almeno credo, godo di buona salute (nonostante sia microcitemico). Da almeno 8 anni, ho un linfonodo leggermente ingrossato dietro l'orecchio sinistro. Questo e' totalmente indolore e non ha proprio la forma di una "pallina"; i contorni, almeno alla palpazione, non sono ben definibili. Il diametro sembra essere più o meno 0,5 centimetri, la consistenza appare piuttosto morbida. Quando 8 anni fa mi accorsi del problema, consultai un medico che disse di non preoccuparmi e che sarebbe passato da solo. Nel tempo, dato che non mi ha mai provocato sintomi, me ne sono completamente dimenticato. Da un paio d'anni, soffro di un lieve dolore allo stesso orecchio quando lo pulisco in profondità con un cottonfioc. L'otorino mi ha pero' tranquillizzato dicendomi che non ho assolutamente nulla.
Dato che, poche settimane fa, a mia sorella e' stato diagnosticato un adenoma plemorfo alla parotide destra, mi sono improvvisamente ricordato del mio vecchio linfonodo. Oggi, come allora, ha la stessa consistenza, e, in apparenza, non sembra essere ne' cresciuto, ne' rimpicciolito. Purtroppo, consultando internet, mi sono accorto che, seppur raramente, l'ingrossamento di quel particolare linfonodo, può dipendere dalla presenza di un linfoma.
A questo punto sto letteralmente sprofondando nel panico e nella paura.
Sono cosciente del fatto che, tramite internet, per voi sarà impossibile effettuare una diagnosi certa.
Allora vi domando semplicemente quali sono tutti gli esami che devo effettuare per scovare il problema, e se, a vostro parere, ci sono molte possibilità che si tratti di un temuto linfoma.

Vi ringrazio in anticipo per la cortese risposta e vi porgo cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Stacchi da Internet e la smetta di rastrellare spazzatura virtuale sulla salute.

Si faccia ricontrollare dal suo curante (perchè occorre sempre una visita per una conferma) che la tranquillizzerà del tutto spiegandole che si tratta di un linfonodo reattivo e che può persistere ingrossato per molto tempo

https://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/63-linfonodi-linfoghiandole-adenopatie-ed-sistema-linfatico.html
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com