Utente 171XXX
Gentili dottori,
sono una ragazza di 22 anni, da poco ho ritirato un esame del sangue nel quale mi sono stati segnalati 5 valori piuttosto bassi nella parte emocromocitometrica che vi riporto:

eritrociti 3,77 (3900-5000)
emoglobina 8,9 (11,5 - 16,00)
ematocrito 29,2 (36,0 - 46,0)
volume globulare medio 77,5 (80,0 -100,0)
emoglobina globulare media 24,1 (26,0 - 34,0 )

La mia dottoressa mi ha detto che si tratta di una anemia e mi ha "solo" prescritto delle bustine di ferro da prendere per 40 giorni.
Sono un pochino preoccupata..mi consigliate di rivolgermi anche ad un ematologo?Questi valori bassi possono essere collegati soltanto ad una anemia da ferro?O potrebbe essere un'anemia più complessa o addirittura qualcosa di più grave?

Vi ringrazio anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Si palesa un'anemia microcitica (iposideremia? anemia mediterranea?),

mancano i dati di Sideremia, Ferritina, Transferrina e dosaggio dell'HbA2.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente 171XXX

Innanzitutto grazie per la risposta.

I dati di sideremia, ferritina e gli altri da Lei citati non li conosco poichè l'esame del sangue eseguito è un esame specifico per la prescrizione della pillola.

Colgo anche l'occasione per chiederle se la pillola può essere assunta pur avendo una anemia?

Il ginecolo ha visto il mio esame del sangue, ha evidenziato l'anemia ma mi ha comunque prescritto una pillola; ho letto poi sul foglietto illustrativo che non va assunta in caso di anemia falciforme.

[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
L'anemia falciforme (o drepanocitosi) è una malattia genetica del sangue, se lei ne è affetta il suo discorso ha un senso.

I contraccettivi orali, cioè le classiche pillole a base di estroprogestinici, sono controindicati nelle anemie su base genetica mentre risultano doppiamente vantaggiosi nelle anemie sideropeniche.
La pillola, infatti, oltre ad avere un effetto anticoncezionale riduce l'entità del flusso mestruale, quindi aiuta a disperdere meno ferro.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it