Utente 241XXX
Buongiorno,
ho ritirato gli esiti degli esami del sangue fatti per conto dell'Avis (prelievo del 18 dicembre).
Vi riporto i reisultati
EMOCROMO
.Globuli bianchi: 6,38 (3.50-10,00)
Globuli rossi: >5,66 (4,00-5,40)
Emoglobina: >16.6 (13.5-16,0)
Ematocrito: 49,1% (36,0-45,0)
Volume cellulare medio MCV: 86,8 (80,0-95,0)
Contenuto Hb cell. medio MCH: 29,3 (27,0-31,0)
Concentrazione Hb cell. media MCHC: 34 (32-36)
Piatrine: 388 (150-400)
Linfociti: 35.6% (19,0.48.0)
Monociti: 9,7 % (3,4-9,0)
Neutrofili: 51,7% (40,0-74,0)
Eosinofili: 1,7% (0,0-7,0)
Basofili: 1,3% (0,0-1,5)

inoltre:
Bilirubina totale: 1,1 (0,2-1,0)
Ferro: 165 (60-160)
Glucosio: 69 (74-100) (a digiuno dalla sera prima)

vorrei sapere, quelli dell'emocromo sono valori da considerare ancora bene o male ancora nella norma?

Non ho mai avuto problemi e non fumo

Grazie mille e buona domenica

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Sono esami che non destano allarmi particolari,
oltretutto, in caso contrario, l'AVIS non le avrebbe permesso la donazione.


Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente 241XXX

Salve,

che dire, grazie mille (ancora una volta) della risposta e della disponibilità!

Buona serata

[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Si figuri.

Buona serata a lei.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente 241XXX

Salve,
scusi se approfitto forse troppo della Sua disponibilità,
mi sono arrivati oggi gli esami che sono stati fatti alla mia donazione del 20 maggio,
i valori dell'emocromo sono praticamente gli stessi (ematocrito ora è a 47.5 e i monociti sono nella norma ora).
Noto però che la fosfatasi alcalina mi è salita a 165 (vn 40-150), mentre a dicembre era 85, TUTTO il resto è però nella norma, compreso l'esame delle urine.
La cosa mi ha un pò preoccupato perchè convivo da circa 3 mesi con uno strano bernoccolo duro a livello dell'apofisi tibiale (come avrà magari visto dai miei precedenti consulti), ho letto che questo enzima è a volte correlato con neoplasie ossee a cui non voglio proprio pensare..
alla suddetta tibia ho però già fatto RX e RMN... rx negativa e rmn ha rilevato una "fine irregolarità del profilo corticale in corrispondenza della tuberosità tibiale anteriore per possibili sequele di pregressa malattia Osgood-Schlatter, con ispessimento reattivo dei tessuti superficiali che non presentano comunque alterazioni dell'intensità del segnale". Più un "occhiata" ecografica quando avevo fatto l'ecografia per la cisti sebacea che ho sulla guancia (speriamo che la restante metà dell'anno sia un pò più fortunata), anche con questa l'ecografista non aveva visto niente di che..
tutto ciò è stato diagnosticato dal mio ortopedico come un "apofisite tibiale" , la cui natura da accertare con una tac, che devo ancora fare.. un consulto ortopedico (altro medico) precedente l'ultimo non aveva rilevato nulla di particolarmente rilevante.

a questo punto posso stare tranquillo oppure dovrei fare altri controlli?
grazie

[#5] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
In genere la fosfatasi alcalina è espressione (se aumenta) di elevato turn-over osseo (svariati quadri clinici, comprese ad. es le fratture).

Alcune quote però possono essere di origine epatica, renale, ed addirittura intestinale e leucocitaria.

Oggi è possibile differenziare in laboratorio le diverse isoforme della fosfatasi alcalina.

Questo è quanto posso riferirle nei limiti delle possibilità del consulto on-line.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente 241XXX

Grazie,
solo una delucidazione, l'aver già fatto esami quali radiografia, ecografia e risonanza magnetica, potrebbe escludere che si tratti di una "brutta neoformazione"?

[#7] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
La diagnostica per immagini fornisce , per l'appunto, un grosso supporto diagnostico che, per essere esaustivo, comunque prevede anche altro: valutazione clinica del paziente, esami sierologici, etc.

E' quindi una sintesi che può e deve fare il medico "sul campo", con visita diretta.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8] dopo  
Utente 241XXX

Magari per l'aver svolto due diverse visite ortopediche e magari per il fatto che tale fastidio mi sia insorto dopo una sciata (avevo sciato anche il giorno precedente e 4 giorni prima senza problemi e molti altri giorni prima), magari potrei tranqullizzarmi..

La informo comunque che credo mi rivolgerò anche ad un supporto psicologico/psicoterapico, per cercare di risolvere queste mie ansie (qualora fossero ingiustificate) sulla salute e vivere un pò più sereno!

[#9] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Molto bene.

Auguroni
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#10] dopo  
Utente 241XXX

Grazie, anche a lei!