Utente 209XXX
Salve dottore sono una ragazza di 27 anni (microcitemica) con mamma e papa microcitemici mia madre di 52 anni è anche affetta da sindrome mielodisplastica lieve,all'ultimo emecromo ho notato io ,ma non il mio medico del lavoro il numero delle piastrine basso circa 80000,allora ho deciso di andare dall'ematologo di mia madre che mi ha detto di rifare un emocromo su citrato e edta di cui aspetto le risposte.
A casa poi ho ripreso le mie analisi per rivalutare i miei dati di piastrine precedenti:
ad agosto 2009 110000
a dicembre 2011 170000 ok
ad aprile 2012 103000 e dopo un mese 145000 ok
ad ottobre 2012 80000
Ho una certa ansia,che ne pensa?grazie.

[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Premesso che un valore di 80.000 non le pone problemi particolari, sarebbe , però, da verificare se quel valore è effettivo o falsato dalla presenza di aggregati piastrinici che determinano una determinazione in difetto da parte del contaglobuli auromatico. Le consiglio un esame che si chiama "conta piastrine in citrato " che darà il valore effettivo delle piastrine perchè non risente della formazione eventuale di aggregati, cambiando il tipo di anticoagulante.
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 209XXX

dottore è quello che mi ha fatto fare l'ematologa....in citrato il loro numero e di 145000, ....quello che mi saltava all'occhio erano le piastrine basse anche nelle analisi degli anni precedenti...cosa potrebbe significare?grazie.

[#3] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Potrebbe esere proprio in relazione alla presenza di aggregati. IL valore di 150.000 è buono e rientra nella norma confermando che , in citrato, il valore delle piastrine è nella norma. Stia tranquilla
Un saluto

A. Baraldi