Utente 680XXX
Egregio Dottore, scrivo a nome di mia moglie di 42 anni
che a causa di dolori articolari ha effettuato una
ricerca di fattori reumatici nel sangue .
Per non stilare un elenco davvero lungo, del referto ho
messo solo le voci che ritenevo più importanti e tutte
quelle fuori range.

Leucociti = 6.24 (4.20-9.00)
Eritrociti = 4.12 (4.20-5.40)
Linfociti = 10.1 (19.00-48.00)
Neutrofili = 76.7 (40.00-74.00)
Linfociti = 0.63% (0.8-4.32)
Piastrine = 322 (130-400)
Ves = 13 (<17)
Var dim emazie RDW = 15.6 (11,5-14.5)
Emazie Ipocromiche = 3.5 (<3)
Ferro = 113 (35-145)
Transferrina = 218 (200-360)
PCR = 0.39 (<0.5)
FR = 38 (<20)
AntiCCP = negativo
HLA-B27 = negativo
Anti-ANA = negativo
Anti-Ena = negativo

Titolo antistreptolisinico = 205 (<200)
Ab anti Dnasi B streptococcica = 346 (<200)
C3 complemento = 81 (90-180)
C4 complemento = 9 (10-40)
AB Parvovirus Vp-1 B19 = 42 (<3)
AB Parvovirus Vp-2 B19 = 82 (<13)
CD3+HLA-DR+ (T-attiv.) = 15 (0-10)
CD3+CD25 (T attiv.) = 24 (0-13)

Sono un pò preoccupato per questi valori virali alterati
ma soprattutto per i linfociti così bassi .
Il giorno precedente al prelievo ematico ha eseguito una
scentigrafia ossea total-body e la sera prima aveva
assunto una tachipirina per un forte mal di testa che
non riusciva a sopportare . Due mesi fa si è anche sotto-
posta a un ciclo di 7 iniezioni di cortisone da 4mg/die .
Vorrei un suo cortese parere . Grazie in anticipo .

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,

il quadro sintomatologico e analitico, con particolare rilievo riguardo gli anticorpi anti DNA, anti parvovirus e fattore reumatoide, mi porta a considerare un problema di natura reumatica ( artritica ) , visti anche gli ultimi lavori scientifici che mettono in relazione il parvovirus con l'esordio di questa malattia. Il consiglio, ma credo che lei lo stia già facendo, è di fare valutare tutto da una struttura ospedaliera reumatologica per le cure del caso. Sarebbe anche opportuna una tipizzazione linfocitaria completa. Ne parli con il suo medico.
Un saluto

A. Baraldi