Utente 318XXX
Buongiorno. Sono un ragazzo di 19 anni, ed in seguito ad alcune analisi del sangue mi è stata rilevata una carenza di ferro. Siccome sono vegetariano ( non mangio carne, ma i derivati animali si) e fa ancora ''caldo'', il dottore mi ha detto che per il momento non posso prendere gli integratori di ferro. Ho letto su vari siti internet di un rimedio naturale, la ''mela chiodata'': è sicuro, per la salute, assumerla? ogni quanto dovrei mangiarla?
Riporto i valori squilibrati delle mie analisi:
-Ferro: 41 ug/dL (60-170)
-Ferritina: 15,0 ng/mL (25,0-380,0)

Attendo una risposta.

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Egregio utente,
premesso che è possibile assumere integratori di ferro indipendentemente dalla stagione in corso, saprà che il vegetariano può comunque mantenere un buon equilibrio assumendo certi alimenti vegetali - ovviamente in quantità congrue: legumi soprattutto (fagioli, piselli, ceci, lenticchie, soia, arachidi), ma anche cereali, certa frutta (es. frutta secca come pistacchi e anacardi, ma anche pesche, albicocche, prugne), e certa verdura (es. radicchio, rucola).
Deve inoltre ricordare che esistono alimenti che facilitano l'assorbimento del ferro (es. vitamina C, che può trovare negli agrumi e nei pomodori) ed altri che lo inibiscono (es. tè, caffè, alimenti ricchi di calcio, alimenti ricchi di fibre).
Nel caso in cui, pur seguendo una dieta "ideale" da questo punto di vista, non dovesse ottenere miglioramenti, sarà opportuna una rivalutazione medica.
Saluti,