Utente 218XXX
Salve, ho 53 anni, non fumo e sono astemio. Nel dicembre 2014 ho eseguito degli esami per verificare se fossi celiaco, in quanto soffrivo di alcuni disturbi di stomaco. Ho la gastrite con ernia iatale, gli esami hanno escluso la celiachia, però gli unici alterati sono: immunoglobuline IgA 508 (rif40-400) e psa 4.48. Il mio medico dice che il valore del psa non centra con quello dell'IgA. Ho rifatto gli esami esattamente un anno dopo e il valore dell'IgA è sempre superiore alla norma: 485 dopo un anno passato. Ancora non so cosa voglia dire il valore IgA superiore alla norma, il mio medico non ha saputo darmi una risposta adeguata. Per cortesia è possibile sapere cosa regola questo esame? Cordiali saluti

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
le IgA sono le Immunoglobuline che proteggono le mucose dagli attacchi batterici e virali.
In genere il problema si pone quando sono insufficienti.
Nel suo caso, se l'lelettroforesi proteica non mostra anomalie (picchi monoclonali) e se non vi sono altre cause che ne possono determinare l'aumento (celiachia, infezioni croniche, malattie del collageno, tipo l'artrite reumatoide o il lupus eritematosus, la sindrome di Wiskott - Aldrich...) che il suo curante avrà provveduto sicuramente a escludere, si può concludere che è una sua caratteristica costituzionale quella avere di una modesta iper IgA.
Ovviamente il PSA non ha alcuna attinenza con le IgA, a meno che lei non sia portatore di una prostatite cronica. Del che non è dato di sapere.

Cari saluti,
Dr. Caldarola.

[#2] dopo  
Utente 218XXX

grazie della risposta,credo di non avere nulla di quello che lei ha citato,per quanto riguarda la prostatite la sto curando e per ora non ho ancora riscontri fino alla fine della cura. volevo chiederle un ultra cosa per caso puo centrare IgA alto con una fastidiosa periartrite alla spalla molto dolorosa che in quel periodo mi dava molto fastidio.Grazie mille saluti