Utente cancellato
Buongiorno.
Ho un nipote di 25 anni, che tende all'anemia sideropenica.
L'emoglobina Hb è 13, che secondo il medico curante non è troppo grave, l'ematocrito è di poco inferiore alla media, ma la sideremia è veramente bassa, non ricordo il valore ma so che il medico ha detto che è molto al di sotto della soglia minima.

Durante la bella stagione mio nipote sta abbastanza bene.
Il problema gli sorge d'inverno, perchè soffre di rinite cronica che si acutizza col freddo e perde sangue dal naso: non in quantità macroscopiche, non ha vere emorragie nasali, ma ogni volta che si soffia il naso vede piccole quantità di sangue nel muco, insomma è un vero stillicidio.
In questi casi, dopo qualche settimana di rinite acuta, la sua anemia peggiora.
Stando a casa al caldo, è guarito dalla fase acuta della rinite e non perde più sangue, ma l'anemia è rimasta bassa e ha iniziato a prendere Ferrograd.
Inoltre da una settimana ha un po' di febbre, una febbricola serale, non alta, da 37.3 a 37.6 (lui normalmente alla sera viaggia sui 36.8).
Secondo il medico curante, la febbricola è uno dei sintomi tipici dell'anemia e quindi è sufficiente combattere la seconda per fare sparire la prima.
Io non sono un medico, anzi sono ignorante di medicina, ma credevo che i sintomi dell'anemia, pallore a parte, fossero altri: sudorazione, brividi di freddo, ipotensione arteriosa, vertigini, debolezza, tachicardia e affanno al minimo sforzo, nei casi peggiori mancanza d'appetito e conseguente calo di peso, ma non sapevo che l'anemia portasse febbricola anche in assenza di sforzi fisici (mio nipote sta in casa e non fa alcuno sforzo). Invece secondo il medico curante, la febbricola specialmente alla sera è uno dei tipici sintomi di tutte le forme d'anemia, sideropenica inclusa. Mah !
Potreste dirmi la vostra opinione ?
Grazie, arrivederci
Gianni

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,

và studiata più a fondo questa anemia; i dati forniti sono troppo scarsi, andrebbe fatta anche una ricerca per microcitemie, non ci fornisce neanche il volume globulare , il numero dei rossi ecc, ed una valutazione morfologica , attraverso uno striscio di sangue, dei globuli rossi. Ne parli con il suo medico
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
92440

dal 2009
Gentile dr Baraldi, so che RBC = 3.9 mentre MCV è nella norma. Mi rendo conto di darle le informazioni un po' a pezzetti, me ne scuso, ma anch'io le vengo a sapere così, dal medico curante che è un bravo medico ma secondo me segue fin troppi pazienti !

Comunque oggi è intervenuto anche un altro medico, un ORL, secondo il quale il medico curante sbaglia, nel senso che l'anemia porta spesso febbricola serale, ma in questo caso la febbricola sarebbe uno strascico della rinofaringite.

Io volevo solo sapere se davvero l'anemia ha come sintomo frequente la febbretta, perchè mi suonava strano.
Buonasera

[#3]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Guardi le posso solo dire che la sintomatologia delle anemie può comprendere i sintomi da lei descritto ed anche negli stati marcati la febbre. Ribadisco la necessità di visita ematologica
Un saluto

A. Baraldi

[#4] dopo  
92440

dal 2009
Grazie dr Baraldi.
La visita ematologica mio nipote l'ha già fatta, e coonferma la solita anemia che peggiora un po' d'inverno per via del sangue perso con la rinite, e migliora nel resto dell'anno.
Mi rendo conto che le ho detto solo parte dei valori, me ne dispiaccio, ma erano quelli che sono riuscito a sapere.
Se ho capito quello che dice lei, l'anemia porta febbre quando è marcata; non è però il caso di mio nipote, su questo medico curante e otorino concordano, per entrambi è un'anemia leggera, quello che è brutto è la rinite mucopurulenta che l'affligge e stenta ad andarsene.
La febbricola serale persiste, arriva verso le 22 con una certa puntualità e sparisce al mattino quando la misura (verso le 7), ma il rinofaringe è ancora irritato, nonostante le cure.
Come stato generale mio nipote non sta nè meglio nè peggio, è un po' snervato perchè fatica a dormire per via del naso chiuso, ma nell'insieme è sempre lo stesso.

[#5]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Se suo nipote è affetto da rinite muco purulenta che , quindi, presuppone una presenza batterica, ci può essere febbre in funzione di questa patologia. Penso sia opportuno una valutazione otorino approfondita per capire a fondo il perchè di questa rinite cronica
Un saluto

A. Baraldi

[#6] dopo  
92440

dal 2009
Mio nipote è affetto da tanti anni da questa rinite.
L'anno scorso è stato curato con amoxicillina, ma senza risultati.
Sapesse quante visite ORL ha già fatto !!
Ma non se ne viene a capo, tutti gli inverni è la stessa musica.
In ogni caso, anch'io penso che la febbriciattola serale dipende dalla rinite e non dall'anemia.
Anche perchè mio nipote ha appetito, non perde peso, mantiene un decente stato generale, mentre se a portare la febbre fosse l'anemia credo che starebbe assai peggio.
Arrisentirci

[#7] dopo  
92440

dal 2009
Aggiungo per completezza che la febbricola di mio nipote è finita da due giorni, col miglioramento della rinite, mentre l'anemia è rimasta costante (ha fatto l'esame del sangue ieri e stamattina abbiamo ritirato i risultati, che sono invariati rispetto ai precedenti).
Quindi la tesi dell'otorino era quella giusta.
Grazie per le consulenze fornite