Utente 357XXX
Buongiorno a tutti,
sono una nuova utente iscritta questa mattina perchè leggendo le risposte di cui in oggetto volevo portare a conoscenza anche la mia situazione e spero vivamente che qualcuno mi spiega cosa mi sta accadendo.
Mi è stata diagnostica la tiroide di Hashimoto dopo la gravidanza del primo figlio circa 7 anni fa e da allora la mia vita è cambiata in quanto da una persona alta 1,58 con peso di Kg. 50-52 mi ritrovo ad oggi con un peso di kg. 76.4.
Faccio il controllo degli analisi ogni 6 mesi circa, ecografie una volta all'anno e la scintigrafia con iodio I131 (spero che sia corretto!) una sola volta dove non è risultato niente e dalle ecografie mi risultano tre noduli di cui due si sono accorpati(?).
Mi è stata prescritta la cura con Eutorix da 100 fin dall'inizio della malattia ed arrivata anche a 200, nel giugno di due anni fa ho cambiato pasticca ed ora prendo Tirosint 100 fino a giugno2004 ora da 150 mg.
Da sett. 2003 ad oggi ho preso circa 21 kg (76,4) non ho cambiato abitudini alimentari, non fumo, non bevo alcolici, faccio una moderata attività ginnica (cyclette a casa, passeggiate, appena posso vado a correre 2-3 volte a settimana).
Ora le scrivo i risultati degli ultimi due controlli:
GEN.2004: FT3 2.33 - FT4 0.92 - TSH 1.69 - ABTPO 295 - AB ANTIMICROSOMI TIRODIDEI 195
GIU.2004: FT33.20 - FT4 1.44 - TSH 3.20 - ABTPO 564.18 - AB ANTIMICROSOMI TIRODIDEI 377.62 TIREOGLOBULINA <0.100
Come ripeto non ho cambiato niente nel mio stile di vita ma in me cosa è cambiato? Perchè questa differenza negli analisi se prendo costantemente la pasticca? Ho letto che la tiroide di hashimoto comporta anche problemi di diabete, mancanza di selenio, allergia al glutine è vero questo? Perchè i vari dottori a cui mi sono rivolta non mi hanno mai fatto fare controllo più approfonditi?
Spero che qualcuno mi risponda anche perchè mi sono stancata di comprare ogni anno un guardaroba nuovo sono arrivata alla prima taglia calibrata.
Ringrazio in anticipo tutti coloro che mi rispondo.
Saluti

[#1] dopo  
Giuseppe Ielo
Medico Chirurgo
Specialista in Ecografia
Specialista in Endocrinologia
Specialista in Medicina Nucleare
Studio: via Roma, 10/f - 20064 Gorgonzola (MI)
Studio: via Ariosto, 9 - 24047 Treviglio (BG)
Tel. 0363-41183
Mobile 333-3164013


Gentile Utente 3578,
perdoni innanzitutto il ritardo con il quale Le rispondo, ritardo causato da grossi problemi di rete con il mio Provider.
La "tiroidite cronica linfocitaria" detta anche TIROIDITE DI HASHIMOTO è una patologia cronica, autoimmune ed organo-specifica, che probabilmente ha una base genetica; NON E' VERO che tale malattia si accompagni al diabete o alla allergia al glutine, a meno che, considerando la possibilità di una base genetiche per le patologie suddette, si crei un collegamento fra malattie che sarebbe non solo artificioso, ma, allo stato attuale delle conoscenze, analogamente SCORRETTO.
Quanto poi alla mancanza di magnesio....
La tiroidite di Hashimoto non richiede alcuna terapia spcifica, se il soggetto è eutiroideo; nel caso invece di uno stato di ipotiroidismo subClinico o conclamato è indicata la terapia con L-Tiroxina, a dosi piene e per tutta la vita, proprio per evitare che si possano sviluppare problematiche come quelle che Lei ha descritto.
Cordiali saluti.
Dotto Giuseppe Ielo

[#2] dopo  
3962

Cancellato nel 2010
Gentile signora, nel caso della T. di Hashimoto, in quanto malattia autoimmune, a mio avviso occorre ove possibile, "rieducare" la funzione dell'organo attraverso un riassetto immunologico con preparati omeobioterapici. Se desidera può seguire quanto Le accludo:
* INTERLEUCHINA 6 4CH (GUNA) 20 gocce 2 volte al dì +
* GCSF 4CH "" 20 gocce 2 volte al dì
assunte in cocktail lontano dai pasti per almeno 2 mesi
Cordialmente,
Dr. Giancarlo Cavallino
Medicina Integrata
Tel: 3381997446
Fax: 0108630389
Web: www.smige.net