x

x

Tiroidectomia

Buonasera,
l'endocrinologo che mi ha in cura mi ha consigliato di operarmi abbastanza rapidamente (entro l'anno) per una tiroidectomia, totale o parziale che dovrà valutare il chirurgo durante l'intervento.

Ho eseguito una ecografia con la seguente diagnosi: Tiroide in sede di dimensioni ai limiti inferiori della norma e struttura modestamente disomogenea. A sx si conferma una piccola immagine nodulare di circa 1cm di diametro massimo. Se ne evidenzia un'altra a dx di circa 6mm.

Ago aspirato: Numerosi tireociti con anisonucleosi disposti in aggregati a configurazione in parte follicolare, in parte papillare, frammisti a colloide. Quadro citologico di proliferazione follicolare. TIR3/inconclusivo/indeterminato (proliferazione follicolare).

Gli ultimi esami del sangue riportavano:
FT3 3.18
FT4 0.67
TSH 2.230
Anticorpi Anti-TPO 133.6
Anticorpi Anti-Tireoglobulina 16.5
Evidenziando quindi un valore sballato per i soli Anticorpi Anti-TPO, valore che ho sempre avuto alterato ormai da qualche anno.

Ho 40 anni e mi sono accorta dei noduli per puro caso durante una visita di controllo, essendo ad oggi in buona salute.
La mia domanda è se sia così urgente ed immediato procedere all'eliminazione della tiroide o parte di essa (con tutte le complicazioni che ne possono conseguire), o seppure il mio quadro risulti compatibile con una stretta osservazione nel tempo, magari con ripetizione di ago aspirato a breve.

Grazie
A.M.

[#1]
Dr. Sergio Di Martino Endocrinologo, Diabetologo 5k 156 48
Sostanzialmente concorde con chi le ha suggerito l'intervento, anche per consentire una verifica istologica.

Dr. Sergio Di Martino
Specialista in Endocrinologia