x

x

Ana e tiroidectomia

Gentile Dott.
ho 57 anni, sono stata operata di tiroidectomia per tiroidite di hashimoto con noduli circa 2 anni fa. In attesa di recarmi dal mio endocrinologo, Le chiedo cortesemente una valutazione delle analisi che di seguito Le trascrivo (fra parentesi ci sono i valori normali indicati):

FT4: 0,93 ng/dl (0,89-1,76)
TSH: 0,87 mcU/ml (0,40-4,00)

Calcio: 7,8 mg/dl (8,1-10,4)
Fosforo ( End point): 4,5 mg/dl (2,7-4,5)
Vitamina D: 16,9 ng/ml ( suff. 30-100)
Paratormone Intatto (Chemilum. Metodica di II gen): 22 pg/ml (12-61)

VES: 25 mm (1-15)
Proteina C Reattiva- PCR: <0,5 mg/dl (<1)
Fattore Reumatolide: 20 UI/ml (0-20)

Ab anti Nucleo (ANA): Presenti titolo 1:320 (speckled) (<1:80)
Ab anti Dna nativo: Assenti (0-55)
Ab anti ENA: Assenti (0-1)

Il mio endocrinologo mi ha prescritto uno screening reumatologico.
Circa un anno fa, in occasione dello screening per la celiachia, peraltro tutto negativo, nel referto delle analisi si leggeva quanto segue:
"Si segnala la presenza di anticorpi anti nucleo
titolo 1:160 (omogeneo) (v.n. < 1:80)."


Le chiedo cortesemente una Sua valutazione, soprattutto per quanto riguarda l'esame ANA a distanza di un anno.
La presenza di ANA con titolo 1:320, raddoppiato nel corso di un anno, puo' essere in relazione con la tiroidectomia subita 2 anni fa?
Assumo giornalmente una compressa di Eutirox da 100 mgr.
La ringrazio molto.
[#1]
Dr. Sergio Di Martino Endocrinologo, Diabetologo 5k 156 48
Il valore degli ormoni tiroidei e' accettabile.
Bassi invece, i livelli di Calcio e Vitamina D che vanno opportunamente corretti.
Circa la positivita' degli ANA, non e' da considerarsi la conseguenza della tiroidectomia, ma la possibile spia di una problematica reumatologica, tutta da verificare, eventualmente associata alla tiroidite autoimmune.
Opportuno un inquadramento clinico anche da parte di un reumatologo.

Dr. Sergio Di Martino
Specialista in Endocrinologia

[#2]
Dr. Angelo Scarpa Endocrinologo 28 1
Sono d'accordo col collega De Martino per una visita reumatologica ma inizierei già una terapia a base di calcio e vitamina D

Angelo Scarpa

[#3]
dopo
Utente
Utente
Gentili Dottori
grazie molto per le risposte.
Per quanto riguarda il calcio, il mio medico di base, in attesa di consultare l'endocrinologo, mi ha prescritto Dibase 25 gocce una volta alla settimana.
Puo' andar bene?
Grazie di nuovo per il servizio che offrite.
[#4]
Dr. Sergio Di Martino Endocrinologo, Diabetologo 5k 156 48
Oltre all'assunzione della Vitamina D, sarebbe opportuno associare anche il Calcio.
Sulla tipologia di farmaci e sulle relative posologie, deve necessariamente decidere l'endocrinologo che la segue.
[#5]
Dr. Angelo Scarpa Endocrinologo 28 1
sono perfettamente d'accordo con il collega De Martino.