Utente 347XXX
Salve,
Ho dal 2008 (anno in cui ho iniziato a prendere la pillola) questo problema. Prima della pillola raggiungevo l'orgasmo tramite la masturbazione senza problemi e nei preliminari col mio ragazzo la lubrificazione era abbondante. Iniziata la pillola YAZ nel maggio 2008 ho iniziato ad avere problemi di secchezza e piano piano mi sono accorta che le sensazioni provocate dalla stimolazione diminuivano, a livello vaginale e del seno; inoltre il clitoride non diventava più turgido, era come insensibile, come se appunto il sangue non ci circolasse.
Il ragazzo era sempre lo stesso, non avevamo problemi di coppia, e l'orgasmo era definitivamente scomparso anche tramite la masturbazione.
Ho smesso di prendere la pillola a marzo 2009 (che mi aveva anche provocato ritenzione idrica, gonfiore delle gambe e stitichezza). Da allora non sono ancora riuscita a tornare alle mie condizioni sessuali "sane" che avevo a 15 anni.
Ho dovuto riprendere Yaz per due mesi nel 2012, da lì non l'ho più presa.
Ovviamente ho già fatto le visite ginecologiche di routine e non c'è problema.
Vorrei dunque capire come capire come far tornare il clitoride come prima, a chi rivolgermi visto che nessun ginecologo mi ha davvero mai guardato il clitoride, ma solo appunto la vagina (dopo l'interruzione della pillola la lubrificazione è tornata, sebbene non abbondante come prima, ma il clitoride non si è mai ripreso).
Ho fatto delle analisi ormonali, ma non sono emersi valori fuori norma (anche se alcuni sono più vicini alla menopausa che alla mia età, ma comunque nessun asterisco).
Il mio ciclo prima della pillola era abbondante e durava 4 giorni; durante la pillola ho avuto il classico spotting dopo il ciclo; dopo la pillola fino ad adesso il ciclo è abbondante (ma meno di prima) per uno o due giorni, poi continua con piccole macchioline per almeno cinque giorni. Recentemente ho notato delle macchioline marroni tra un ciclo e l'altro.
Ho notato che prendendo Arginmax il clitoride e le labbra sembravano essersi riprese (vi scorreva di nuovo del sangue), ma non so se sia la soluzione giusta.
Dovrei continuare a prenderlo?
A che tipo di dottore dovrei rivolgermi?
Vi ringrazio e spero di risolvere.

[#1] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci

52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

dal momento che ancora nessun medico Le ha risposto, potrebbe postare la Sua richiesta in area Ginecologia per sentire un altro parere, sebbene Lei abbia già incontrato direttamente il ginecologo per la problematica descritta.

Da un punto di vista psicologico, vorrei capire se il Suo ragazzo in questi sette anni è sempre lo stesso, oppure ha cambiato partner e se dal Suo punto di vista potrebbe incidere una iperattenzione che sembra dimostrare verso i genitali. Talvolta infatti può accadere di focalizzarsi a tal punto sul problema e sulle aspettative, da perdere di vista il piacere sessuale. Il Suo ragazzo che cosa pensa del problema? Ne avete parlato?

Infine Lei scrive: "...anche se alcuni sono più vicini alla menopausa che alla mia età, ma comunque nessun asterisco...". Ha chiesto chiarimenti al medico su questo aspetto? Che cosa significa? Che cosa significa per Lei?
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica