Utente 397XXX
Salve, nel mese di dicembre 2015 ho effettuato delle analisi del sangue complete, ed ho scoperto di avere il tsh a 4.62 uUI/ml (valori normali "ipotiroidei > 4,0"). Il medico di base mi ha rispedito allo stesso laboratorio con altre analisi da fare: antic.anti tireoglobulina 1.20 U/ml (valori normali "fino a 18"), antic.antiperossidasi 0.01 IU/ml (valori normali "<6,4") , tireoglobulina 8.9 ng/ml (valori normali "<33,2"). A quel punto mi ha inviato presso un centro dove fanno le ecografie alla tiroide ed il risultato è stato che la mia tiroide è fisicamente perfetta, simmetrica, non ingrossata, senza noduli (letto dalla relazione della dottoressa). Circa un mese più tardi il medico di base mi ha invitato a ripetere le analisi di tsh,ft3,ft4 in un laboratorio diverso ed il tsh è salito a 5.11 uUI/ml (valori di riferimento 0,35-5,50). I valori di FT3 ed FT4 in tutti e due i laboratori erano nella norma. Il medico di base ha insistito affinchè facessi le analisi degli ormoni della tiroide perchè accuso spesso astenia, torpore mentale, il colesterolo è alto 235 (valori di riferimento "<200"), ed il peso corporeo non scende nonostante diete ed attività fisica varia. Volevo chiedere, è davvero necessario che io prenda l'eutirox 25 microgrammi? Per un paio di mesi circa ho avuto una leggera onicocriptosi al piede destro, questo può avere influito sui risultati del tsh? Soffro anche di psoriasi a placche (in questo momento ho solo una piccola placca all'altezza del ginocchio sinistro, non più grande di una noce), questo può aver influenzato il risultato del tsh? Dimenticavo, dal mese di novembre 2015 ad oggi non ho assunto nessun farmaco. Grazie in anticipo

ps: Mia madre soffre di ipotiroidismo conclamato.

[#1] dopo  
Dr. Sergio Di Martino

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
TORRE DEL GRECO (NA)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2004
Nel caso di ipotiroidismo, il trattamento e' indicato, per valori superiori a 10. Al di sotto, si decide caso per caso.
Nel Suo specifico, per quanto riferisce, senza peraltro una necessaria verifica clinica, sembrerebbe esserci un valore di TSH, isolatamente, appena alterato.
Quella di un periodico controllo potrebbe essere una possibile opzione.
Suggerirei pero', che di questo aspetto, ne discutesse anche con un endocrinologo.
Dr. Sergio Di Martino
Specialista in Endocrinologia
http://www.medicitalia.it/s.dimartino