Utente 313XXX
Gentili dottori, spero possiate aiutarmi a trovare una risposta ai problemi che da un anno a questa parte mi stanno rendendo la vita impossibile. Gia da qualche anno avvertivo qualche sintomo, ad esempio una stanchezza a volte eccessiva e il pallore del volto con i quali mi ero abituato a convivere senza preoccuparmene troppo ma con il tempo si sono fatti sempre piu insistenti, avendo sofferto di anemia in infanzia pensavo potesse essere un ritorno di questa e ogni tanto facevo ricerche sui miei sintomi imbattendomi spesso nell'argomento tiroide che pero non ho mai considerato perche onestamente mi pareva impossibile alla mia età avere problemi di quel tipo. l'anno scorso dopo un periodo lavorativo molto stressante cè stato un notevole peggioramento di questi sintomi e la comparsa di altri quali: stanchezza persistente pur dormendo a sufficienza, pallore eccessivo, gonfiore del viso e zona palpebrale (molto acuto la mattina), stitichezza, perdita di capelli, perdita di peso, secchezza della pelle con dermatite sopratutto in zona sopraccigliare. Mi reco a visita dermatologica per i problemi cutanei e, essendo questo dermatologo anche medico di base, approfitto per chiedere informazioni sugli altri sintomi, il dottore dopo aver ascoltato mi dice che ha notato anche che avevo una voce roca e presentavo segni tipici di chi soffre di ipotiroidismo, pertanto mi invita ad effettuare le analisi. Faccio le analisi, non cè anemia ma emerge un TSH oltre la norma a 4,7 (valore massimo del laboratorio 4.0), inoltre anche il colesterolo molto alto e tutto sembra combaciare, mi viene ufficiosamente diagnosticato un ipotiroidismo subclinico e le analisi da ripetere a distanza di 2 mesi. Feci anche un ecocolordoppler ma non risultarono noduli. Ripetute le analisi inspiegabilmente il valore si è dimezzato a 2,17 nonostante i sintomi non fossero regrediti, vengo quindi congedato dicendomi che la causa di tutto era lo stress e non se ne fece piu nulla, accantonai l'ipotesi tiroide. Nel frattempo ho fatto di tutto per cercare di stare meglio ad esempio evitando fonti di stress e curando rigidamente l'alimentazione, i sintomi andavano e venivano a periodi, c'erano alcuni giorni in cui stavo meglio ma complessivamente sono sempre stato piu male che bene. in quest'ultimo periodo sono ripeggiorati notevolmente in particolare il senso di stanchezza, la secchezza della cute (con comparsa di rughe) e il gonfiore del viso accompagnato da pallore che persiste tutto il giorno, inoltre sul collo in prossimità del pomo d'adamo sento un fastidio, una sensazione di "ingombro" che mi crea un pò di difficoltò a deglutire. Sto riconsiderando che possa trattarsi della tiroide poiche oltre a rispecchiarmi in molti sintomi tipici dell ipotiroidismo, ogni cosa che faccio per cercare di risolvere i singoli sintomi risulta del tutto inefficace nonostante sia sotto la guida di un dermatologo e del medico di base. voi cosa ne pensate? E' possibile che anche se il valore del tsh si era stabilizzato è comunque presente una disfunzione tiroidea? quali altre patologie potrebbero causare questi problemi in particolare? per l'ipotesi stress, se cosi fosse può realmente causare tutto ciò? ultimamente mi sono informato anche su questo, ho letto che lo stress aumenta la produzione dell'ormone cortisolo che come effetti da sintomi molti dei quali simili a quelli dell'ipotiroidismo, e anche qui mi ci sono abbastanza rispecchiato sopratutto in quelli che si riferiscono a secchezza della pelle e gonfiore del viso con accumulo di grasso in zona volto, collo e addome, in base a questo esistono farmaci o integratori (aldilà degli psicofarmaci) che risultano efficaci nell'abbassare il livello e la produzione eccessiva di cortisolo con conseguente regressione dei sintomi? che tipo di esami dovrei richiedere per verificare il livello di cortisolo nel sangue? grazie

[#1] dopo  
Dr. Paolo Michele Giorgi

24% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
LUCCA (LU)
VINCI (FI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
Consiglio di tener d'occhio TSH, ft3, ft4, Ab TG, Ab TPO.....possono esserci condizioni di ipofunzione ancora non stabilizzata, come ad es nelle fasi iniziali delle tiroiditi autoimmuni
dr Paolo Michele Giorgi
spec. in andrologia ed endocrinologia, perfez. in sessuologia clinica
Master in Andrologia

[#2] dopo  
Utente 313XXX

Salve dottore, ho gia fatto le analisi di tutti i parametri da lei indicati ma apparte il tsh gli altri risultano tutti nella norma, a breve rifarò il controllo. Questi sintomi persistono e ultimamente ce stato un ulteriore peggioramento per quanto riguarda il gonfiore palpebrale e del viso che permane tutto il giorno, sopratutto dopo aver iniziato una cura con antidepressivo. Un altra cosa che ho notato negli ultimi tempi è che la sudorazione è quasi del tutto assente, non sudo mai neanche sotto il sole con 40 gradi e questo unito al gonfiore mi fa pensare che ci sia ritenzione idrica. Descrivendo i sintomi ad un medico amico di famiglia lui mi ha consigliato di fare delle analisi specifiche per controllare se ci sono problemi a livello surrenale. lei cosa ne pensa? nel frattempo cosa posso prendere per attenuare il problema del gonfiore/ritenzione idrica a carico del viso? un farmaco diuretico tipo il lasix potrebbe essermi di aiuto? grazie