Utente 341XXX
salve, esplico brevemente la situazione di mio figlio. Ha 31 anni, non fuma ne beve, nell'ultimo periodo a seguito di una dieta e una intensa attività fisica ha perso moltissimo peso. Circa 8 mesi fa a seguito di un paio di palline sul collo(non dolenti) ha effettuato una ecografia e degli esami del sangue e anche una rx torace. Nell'ecografia è risultato un nodulo tiroideo di 1,1 cm e numerosi linfonodi reattivi. Esami del sangue compresi quelli tiroidei tutti nella norma e anche rx torace. Mi è stato detto che non c'è da preoccuparsi e cio' dipendeva da un origine infettiva/infiammatoria e di ripetere l'ecografia per controllare il nodulo dopo 6 mesi. Ora a distanza di questo periodo mio figlio si è accorto che ha delle palline in entrambi i lati del linguine(non dolenti), una piu pronunciata. Le palline del collo sono rimaste li, non se ne sono mai andate. In aggiunta è subentrato un nuovo sintomo, fastidio alla gola e dolore al pomo d'adamo sia se estende il collo in alto, sia toccando con le dita la parte medio-bassa del pomo d'adamo. Secondo voi c'è un collegamento? Sarebbe il caso di ripetere nuovamente ecografia e esami tiroidei? Puo essere solo un colpo d'aria?

ps : referto intero dell'ecografia di 8 mesi fa.
Assenza di formazioni nodulari cistiche o di calcoli. In loggia parotidea sn presenza di linfonodo reattivo del dt max di 10 mm. Numerosi linfonodi reattivi si evidenziano in sede laterocervicale, del dt max di 12 mm a dx e 16 mm a sn ed in sede sottomandibolare sn del dt max di 20 mm.
Lobi tiroidei in sede, di dimensioni normali il lobo destro misura: diametro long. 43 mm, diametro a.p. 14 mm, diametro trasv. 18 mm ; lobo sinistro : diametro long. 44 mm, diametro a-p 15 mm, diametro trasv. 19 mm). Normale l'istmo.
L'ecostruttura ghiandolare è finemente disomogenea. La vascolarizzazione intraparenchimale è regolare.
In regione media del lobo dx presenza di nodulo ipoecogeno, a margini regolari, pattern vascolare di tipo A che misura 10 mm x 7,6 mm x 5mm del quale si consiglia monitoraggio clinico diagnostico.
Non si evidenziano formazioni nodulari a sn o cistiche bilateralmente.
Nulla di patologico nelle stazioni linfonodali del compartimento centrale.
La trachea è in asse.
Logge paratiroidee esenti da patologia.

[#1] dopo  
Dr. Santo Gentile

28% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
PONTINIA (LT)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Buonasera, dopo 8 mesi meglio ricontrollare il nodulo della tiroide e d i linfonodi del collo! utile anche l'ecografia inguinale!
Oltre gli esami della tiroide utili sarebbero anche gli anticorpi della tiroide , emocromo, e gli indici di infiammazione!
Il nodulo unico della tiroide in un giovane uomo deve essere tenuto sotto controllo dall'endocrinologo ecografista che potrà consigliare evenduali approfondimenti diagnostici mirati!
cordiali saluti
Dr. Santo GENTILE

[#2] dopo  
Utente 341XXX

La ringrazio della esaudiente risposta. Cordiali saluti.