Levofloxacina e tendini piede

Buongiorno Gentili Dottori
Per problemi urinari quali bruciori, pollachiuria etc (segnalo che ho anche prostata ingrossata che predispone ai disturbi), ieri la Guardia Medica dopo avermi pure scrupolosamente visitato ed interrogato (visita di almeno mezzora..), mi ha prescritto l'antibiotico LEVOFLOXACINA 500mg. Questo farmaco lo presi già alcune volte negli anni scorsi, dal mio Medico. Premetto che pure questa volta come tutte le altre volte l'urinocoltura è risultata negativa, negativa per batteri, lieviti.
Ho ben letto sia sul foglietto che qui in rete che si lamentano problemi tendinei in associazione a questo farmaco. La cosa che mi riguarda, è che io un paio di anni fa ebbi un trauma al piede, al 5 metatarso, ho sempre un pò questa sensazione di piede "legato" e di qualcosa dentro che "tira" specie verso le dita, oltre a sensazione di corpo estraneo all'appoggio (tipo sassolino). La situazione è a dire il vero un pò ingarbugliata perche le due RMN che feci non evidenziarono particolari problemi tendinei, e pure l'esame di Elettroneurografia rientrava nella norma (la Neurologa che richiese l'esame in referto aveva scritto "probabile minima neuropatia compressiva", per cui ancora non (mi) è ben chiaro se questi problemi al piede che accuso, siano tendinei o di nervi. Una ipotesi che mi fece un ortopedico, poichè ho il piede che è un pò piatto, è che i tendini lavorino male e da lì le sensazioni come questo "tirare", in più ci sarebbe anche una (modesta dal referto) condropatia a livello caviglia - malleolo, per cui ciò che mi dissero è che io quel "tirare" lo sento davanti verso le dita ma il problema sarebbe nella zona del piede più verso dietro.
Ma già che ci sono, riporto l'ultima RMN, con apparecchiatura da 1.5 Tesla

"Al controllo odierno, confrontato con una precedente analoga indagine dell'aprile 2017, non più
presente l'edema spongioso del quinto metatarso della metà prossimale; residua una esile
banda iperintensa nelle sequenze ad alto contrasto intrinseco, con decorso longitudinale.
Anche a livello peroneale, è tuttora presente esile banda iperintensa a decorso obliquo che
coinvolge il malleolo, del tutto invariato, quale esito di frattura intraspongiosa.
Non evidenza di alterazioni delle strutture legamentose di caviglia.
Ridotta la volta plantare.
Non alterazioni dei complessi legamentosi della sotto-astragalica; circoscritta focalità interessa
la spongiosa dell'astragalo e la porzione media (7 mm) da piccola componente cistica.
Minima quota fluida reattiva intraarticolare tibioastragalica, con minima distensione del recesso
posteriore.
Regolari i tendini achilleo e della fascia plantare"

In conclusione, pensate che questa Leofloxacina potrebbe aggravarmi i problemi (tendini) del piede e le citate sensazioni anomale, o posso stare tranquillo?
Saluti cordiali e grazie
[#1]
Dr. Tommaso Vannucchi Farmacologo, Psichiatra, Tossicologo 6,8k 336 1
Gentile utente
solo il fatto che in passato abbia assunto questo antibiotico senza problemi può assumerlo

Tommaso Vannucchi

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottor Vannucchi,
si logico quello che scrive, c'è però da riferire che le altre volte quando lo avevo preso questi problemi piede descritti non li avevo....
Comunque, ormai l'antibiotico l'ho preso da parecchi giorni, la situazione quella è, non c'è stato peggioramento (neppure miglioramento, dico del piede..)

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test