Utente
Salve, ho 36anni, maschio e da circa 2 mesi soffro di una "sospetta" colite, che mi qualche fastidio.
Tutto è nato dal giorno successivo ad una brutta notizia che ho avuto riguardo mio padre, che a seguito di una colonscopia gli è stato diagnosticato un tumore del colon DX, che avrebbe poi operato. Infatti dal giorno dopo, ho incominciato ad avere dolori addominali, diarrea, stanchezza, malessere... poi a seguito dell'intervento chirurgico di mio padre andato tutto bene, ho incominciato a stare meglio. Comunque a distanza ormai di 2 mesi dai primi sintomi, ho ancora un po' di diarrea quando evacuo (ma abbastanza regolare), un po' di bruciore anale e soprattutto quello che mi fa un po' dubitare è un leggero dolore/noia che noto sulla natica sinistra in basso (a circa 5cm dall'ano). Che puo' essere? E' colite nervosa o spastica la mia? oppure potrebbe essere qualcos'altro? E' il caso che mi sottoponga a colonscopia adesso (36anni) visto la mia familiarità con tumore del colon-retto, opure posso aspettare? Che mi consiglia? Se fosse colite, come guarire definitamente? qualche farmaco, alimento, come procedere?
La ringrazie fin da ora, cordiali Saluti.

[#1]  
Dr. Giovanni Brondi

24% attività
0% attualità
12% socialità
ADRANO (CT)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2010
Per quanto attiene al dolore anale con irradiazione alla natica potrebbe essere secondario ad una ragade anale e richiede in ogni caso una visita proctologica. Per quanto riguarda il suo rischio oncologico è realmente aumentato sul colon retto ma questa, in linea di massima non è l'età in cui si conducono indagini colonscopiche, a meno che non siano presenti altri casi familiari che la possano far entrare nel range di un rischio maggiore.
Dr. Giovanni Brondi

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta. Volevo sottolineare che il tutto è iniziato il giorno dopo aver avuto questa "brutta notizia su mio padre" e credo che questo non sia una coincidenza, no?
Potrebbe essere COLITE NERVOSA? Cio' potrebbe aver portato anche ad una RAGADE ANALE come dice lei? Oppure le eventualità non possono essere connesse?
Al momento la mia è piu' una noia/infiammazione, che dolore sulla natica sinistra; soprattutto evidenziata dal fatto che faccio un lavoro piuttosto sedentario!!!
Mi dovrebbe passare a breve oppure è meglio che faccia qualche ulteriore indagine?

Riguardo alla indagine colonscopica, le devo dire che ho perso mia madre circa 20anni fa, per un carcinoma recidivante al sigma-retto e adesso ho mio padre operato sempre di un adenocarcinoma al colon destro. Non si tratta di FAP o altri morbi che inducono ad una prevenzione più precoce, giusto? Cosa mi consiglia?

[#3]  
Dr. Giovanni Brondi

24% attività
0% attualità
12% socialità
ADRANO (CT)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2010
In presenza di doppia familiarità per cancro del colon e sintomatologia diarroica vi è indicazione alla colonscopia.
In corso d'esame verrà sottoposto a visita proctologica.
Dr. Giovanni Brondi