Utente 373XXX
Ringrazio anticipatamente chi prenderà in considerazione il mio caso, e vorrà darmi qualche consiglio.
A 18/19 il mio gastroenterologo mi ha diagnosticato un'intolleranza al lattosio che mi provocava violenti diarree e malassorbimento, e ciò ha comportato una perdita di peso fino a 9 kg, arrivando a pesare 47 kg( sono alta 1.58).
Eliminando latte e latticini ho ricominciato a stare molto meglio.
l'anno scorso ho ricominciato a star male di nuovo: i sintomi sono alternanza di diarrea e stipsi, meteorismo dolore alla parte sinistra dell'addome, e sempre il mio medico ha concluso che il problema è dovuto alla sindrome dell'intestino irritabile, dovuto principalmente alla mia intolleranza, e al fatto che non sono stata molto attenta aad eliminare il lattosio( non posso nascondere che dopo il periodo in cui sono stata male, ogni tanto mi è capitato di sgarrare e avere ogni tanto un mal di pancia).
Per il mio colon il mio medico mi ha quindi prescritto fermenti lattici, MILK FREE ACIDOPHILUS,DA PRENDERE 20 GIORNO AL MESE,una al giorno e il LEXIL in caso di coliche più violente. e di bere 2 lt d'acqua al dì!
Il mio problema è che nonostanta prenda fermenti tutti i giorni non ho mai risolto il problema, ho perennemente il ventre gonfio teso,ho frequenti mal di pancia..tutto come un anno fa se no peggio..ho la sensazione che qualsiasi cibo mi dia fastidio, ultimamente mi capita di aver lo stimolo di andare in bagno, e il risultato è solamente "MUCO", in più metto un sacco di tempo per digerire, ed ho notato che il pane mi gonfia tanto...(ed io sono sempre stata una grande mangiatrice di pane!)ed ho la sensazione che mi fa trattenere più liquidi, inoltre ho notato che la mattina soprattutto, a volte mi viene un forte senso di nausea, con un sacco di saliva che mi risale su e bruciore di stomaco!tutto questo è sempre dovuto al colon? può esser qualche altra intolleranza? oppure qualcosa di più grave?preciso che non ho avuto ulteriore perdita di peso, anzi ho preso un paio di chili che penso sian dovuti al gonfiore e a liquidi.
Potete dirmi cos'è che devo fare, la dieta che dovrei seguire? ho anche iniziato a camminare 4km al giorno.
Non è possibile che ogni giorno ho sempre il pensiero della mia pancia gonfia, o diarree,o il non riuscire ad andare in bagno...la cosa più assurda è che in famiglia sono considerata un'esagerata! Ma solo io so il disagio che si prova!!Ah, no ho mai fatto una colonscopia.Spero possiate aiutarmi non ce la faccio più.Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Attilio Nicastro

28% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
LECCE (LE)
ROMA (RM)
LATINA (LT)
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Cara Utente,
la sindome del colon irritabile è una diagnosi clinica (si basa sulla visita medica). Una corretta dieta e l'uso di fermenti lattici e di alcuni fitoterapici possono attenuare i sintomi correlati. Nella sua storia clinica, oltre che all'intolleranza al lattosio, vi sono altri sintomi che varrebbe la pena andare ad indagare. Per questo il consiglio è di sottoporsi ad una colonscopia con mappaggio bioptico al fine di escludere la presenza di patologie infiammatorie.
Auguri
Dott. Attilio Nicastro
www.attilionicastro.it

[#2] dopo  
Utente 373XXX

Come prima cosa la ringrazio per il suo interessamento!
Ma è urgente secondo lei questa colonscopia?mi potrebbe cortesemente dire nel frattempo cos'è che potrei mangiare in tranquillità? E quali sarebbero i sintomi che secondo lei devono essere approfonditi?
Grazie ancora!!

[#3] dopo  
Dr. Attilio Nicastro

28% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
LECCE (LE)
ROMA (RM)
LATINA (LT)
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Cara Utente,
la dieta consigliata nella sindrome del colon irritabile e nelle malattie infiammatorie croniche del colon sono simili e si basano sull'evitare di assumere alcuni alimneti particolarmente "irritanti" e fermentanti. Nel colon irritabile la dieta è consigliata per un breve-medio termine e può essere necessario ripeterla nel tempo. Il sintomo da approfondire è la presenza di muco e gli episodi di diarrea e stispi alternati, ma la visita è necessaria per inquadrare bene la sua situazione generale.
Auguri
Dott. Attilio Nicastro
www.attilionicastro.it

[#4] dopo  
Utente 373XXX

Grazie ancora per il suo interessamento!
Un'ultima domanda e poi non la disturberò più!
Secondo lei il pane e la pasta possono essere cibi irritanti?
Le racconto il mio ultimo episodio.
Domenica sera, dopo una decina di giorni che non mangiavo pane, ho provato a rimangiarlo e il risultato e stato questo: sono tre mattine che mi sveglio con la pancia gonfissima, e non riesco ad andare in bagno,sento il colon che mi tira, è una sofferenza!e mi scusi per la descrizione accurata, quando espello aria( che è tantissima)ho una sensazione di bruciore e calore!
potrebbe spiegarmi perchè succede questo?
Appena potrò prenoterò una visita dal mio gastroenterologo, è un disturbo per lei se la terrò aggiornata?
La ringrazio infinitamente.
Buona giornata!

[#5] dopo  
Utente 373XXX

Mi scusi se la disturbo ancora,
ieri ho avuto un'altro sintomo mai avuto,bruciore e calore all'altezza del colon a sinistra, senza coliche.
volevo dirle che la prossima settimana penso che farò una visita, è un disturbo per lei se la informerò su ciò che mi diranno?due pareri sono meglio di uno...sempre se non è un disturbo...
buona giornata.
Francesca